Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Tipi di reazioni avverse ai farmaci

Di

Daphne E. Smith Marsh

, PharmD, BC-ADM, CDE , College of Pharmacy, University of Illinois at Chicago

Ultima revisione/verifica completa set 2018| Ultima modifica dei contenuti set 2018
per accedere alla Versione per i professionisti

Le reazioni avverse ai farmaci (effetti avversi) sono gli eventuali effetti indesiderati di un farmaco. Ve ne sono molte e di diverso tipo:

  • Correlate alla dose

  • Allergiche

  • Idiosincratiche

Molte reazioni avverse ai farmaci correlate alla dose rappresentano un’esagerazione degli effetti terapeutici del farmaco stesso. Per esempio, un soggetto che assuma un farmaco per ridurre la pressione arteriosa elevata, può manifestare capogiri o avvertire un senso di stordimento qualora il farmaco porti a un notevole calo della pressione arteriosa. Un soggetto affetto da diabete può sviluppare debolezza, sudorazione, nausea e palpitazioni, qualora l’ insulina o un farmaco antidiabetico orale riduca eccessivamente il livello di glucosio nel sangue (glicemia). Tali tipi di reazioni avverse ai farmaci sono, di solito, prevedibili ma talvolta inevitabili. Si possono verificare se la dose di un farmaco è troppo alta (reazione da sovradosaggio), se il soggetto è particolarmente sensibile al farmaco o se un altro farmaco rallenta il metabolismo del primo farmaco, e quindi ne incrementa il livello nel sangue ( Interazioni tra farmaci). Le reazioni correlate alla dose non sono solitamente serie e sono relativamente comuni.

Le reazioni allergiche ai farmaci non sono correlate alla dose, ma richiedono una precedente esposizione a un farmaco. Le reazioni allergiche si sviluppano quando il sistema immunitario dell’organismo sviluppa una reazione inappropriata a un farmaco (chiamata talvolta sensibilizzazione). Quando una persona è sensibilizzata, esposizioni successive al farmaco producono uno di vari tipi di reazione allergica. Talvolta i medici eseguono dei test cutanei per predire le reazioni allergiche ai farmaci.

Le reazioni avverse ai farmaci idiosincratiche derivano da meccanismi non del tutto chiari. Tali reazioni sono in gran parte imprevedibili. Esempi di tali reazioni dannose da farmaco comprendono: eruzioni cutanee, ittero, anemia, riduzione della conta dei globuli bianchi, danno renale e lesioni nervose che possono compromettere vista o udito. Queste reazioni tendono a essere più gravi, ma in genere si verificano in una percentuale molto limitata di soggetti. I soggetti colpiti possono possedere differenze genetiche nel modo in cui l’organismo metabolizza o risponde ai farmaci.

Alcune reazioni avverse da farmaci non sono correlate all’effetto terapeutico del farmaco, ma di solito sono prevedibili, poiché i meccanismi implicati sono ampiamente conosciuti. Per esempio, in soggetti che utilizzano regolarmente aspirina o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) insorgono spesso irritazione dello stomaco ed emorragia gastrica. Questo avviene perché tali farmaci riducono la produzione di prostaglandine, che aiutano a proteggere l’apparato digerente dall’acido gastrico.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Inalatori
Video
Inalatori
Alcune persone hanno difficoltà di respirazione dovute a malattie che interessano le vie aeree...
Panoramica su assorbimento, metabolismo ed escrezione...
Video
Panoramica su assorbimento, metabolismo ed escrezione...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE