Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Ascesso periapicale

Di

Bernard J. Hennessy

, DDS, Texas A&M University, College of Dentistry

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve

Un ascesso periapicale è una raccolta di pus alla radice di un dente, solitamente dovuta a un’infezione diffusasi dal dente ai tessuti circostanti.

L’organismo attacca un’infezione con un grande numero di globuli bianchi. Il pus è l’accumulo di questi globuli bianchi, tessuto morto e batteri. In genere, il pus dell’infezione di un dente si diffonde dalla punta della radice fino alle gengive attraverso l’osso, quindi le gengive si gonfieranno in prossimità della radice del dente. Il gonfiore provocato dal pus è spesso la causa di intenso dolore costante che peggiora durante la masticazione. A seconda della posizione del dente, l’infezione può estendersi ai tessuti molli (cellulite), causando gonfiore della mandibola, del pavimento della bocca o delle guance. Infine, il tessuto può lacerarsi, facendo fuoriuscire il pus. Le infezioni che si diffondono fino a interessare le vie aeree possono essere gravi e persino potenzialmente letali.

Il dentista tratta un ascesso immediatamente per ridurre al minimo la possibilità di pericolosa diffusione dell’infezione drenando il pus, il che richiede un intervento chirurgico orale per estrarre il dente o un trattamento del canale radicolare. Gli antibiotici aiutano a eliminare l’infezione, ma la rimozione della polpa in cui risiede l’infezione e il drenaggio del pus sono più importanti.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE