Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Tomografia a emissione di positroni (PET) del cuore

Di

Thomas Cascino

, MD, MSc, Michigan Medicine, University of Michigan;


Michael J. Shea

, MD, Michigan Medicine at the University of Michigan

Ultima revisione/verifica completa lug 2021| Ultima modifica dei contenuti lug 2021
per accedere alla Versione per i professionisti

Nella PET Tomografia a emissione di positroni La tomografia a emissione di positroni (Positron Emission Tomography, PET) è un tipo di scintigrafia. Un radionuclide è la forma radioattiva di un elemento, il che significa che è un atomo instabile... maggiori informazioni Tomografia a emissione di positroni , una sostanza necessaria alla funzione delle cellule cardiache (come l’ossigeno o il glucosio) viene marcata con una sostanza radioattiva (radionuclide) che emette positroni (elettroni con una carica positiva). Il nutriente marcato viene iniettato in vena e raggiunge il cuore in qualche minuto. Un sensore rileva i positroni e li utilizza per creare un’immagine della parte del corpo esaminata.

La PET è utilizzata per determinare quanto sangue raggiunga le diverse parti del muscolo cardiaco e come queste elaborino (metabolizzino) le varie sostanze. Per esempio, iniettando glucosio marcato, i medici possono determinare le zone del muscolo cardiaco con apporto di sangue inadeguato, in quanto esse utilizzano più glucosio del normale.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE