Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Osteosclerosi

Di

Frank Pessler

, MD, PhD, Braunschweig, Germany

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

L'osteosclerosi è un tipo di osteopetrosi che comporta un anomalo indurimento delle ossa e un aumento della densità dello scheletro con minime alterazioni del rimodellamento; in alcuni tipi, lo sconfinamento osseo sulla cavità midollare ossea provoca citopenia.

Osteopetrosi con manifestazioni ritardate (malattia di Albers-Schönberg)

Questo tipo di osteopetrosi è autosomico dominante, si manifesta durante la fanciullezza, nell'adolescenza, o nel giovane adulto. È meno grave dell'osteopetrosi con manifestazioni precoci. Il gene in causa è CLCN7, che codifica per un canale del cloro che è evidentemente importante per la funzione degli osteoclasti. Questo tipo di osteopetrosi è relativamente diffusa e ha un'ampia distribuzione geografica ed etnica. I soggetti affetti possono essere asintomatici; la salute generale di solito non è alterata. Tuttavia, paralisi facciale e sordità possono verificarsi a causa di un intrappolamento del nervo cranico. La crescita ossea potrebbe ridurre la cavità midollare e causare citopenie che vanno da anemia a pancitopenia. Un'emopoiesi extramidollare può verificarsi, con conseguente epato-splenomegalia; l'ipersplenismo conseguente può peggiorare l'anemia.

Alla nascita lo scheletro appare radiograficamente normale. Tuttavia, la sclerosi ossea diventa sempre più evidente mentre i bambini crescono, e la diagnosi si basa tipicamente su un esame radiologico effettuato per altre ragioni. L'interessamento osseo è diffuso ma ad aree. La volta cranica è ispessita e i seni delle ossa facciali possono essere obliterati. La sclerosi del piatto vertebrale determina la caratteristica configurazione a divisa da rugby (a strisce orizzontali).

Per trattare l'anemia alcuni pazienti necessitano di trasfusioni o di splenectomia.

Osteopetrosi con manifestazioni precoci

Questo tipo di osteopetrosi congenita, autosomica recessiva, maligna, si manifesta nelle prime epoche della vita. È poco frequente, per lo più letale, e spesso dovuta a una mutazione nel gene associato all'osteoclasta TCIRG1. La crescita ossea eccessiva cancella progressivamente la cavità midollare, causando grave pancitopenia. I sintomi iniziali dell'osteopetrosi con manifestazioni precoci comprendono scarso accrescimento, formazione spontanea di ematomi, emorragie e anemia. Successivamente compaiono paralisi del II, III e VII nervo cranico ed epatosplenomegalia. L'insufficienza midollare (anemia, infezioni gravi o emorragie) causa la morte nel corso del primo anno di vita.

La diagnosi di osteopetrosi con manifestazioni precoci si sospetta dalla presenza di crescite ossee eccessive nel contesto di anemia, sanguinamento insolito e scarsa crescita. Tipicamente, viene effettuata una RX diretta, insieme ad emocromo e test di coagulazione. Il segno RX predominante è un generale incremento della densità ossea. Le RX delle ossa lunghe rivelano la presenza di bande trasversali nelle regioni metafisarie e di striature longitudinali nelle diafisi. Col progredire della malattia le epifisi delle ossa lunghe, in particolare l'epifisi prossimale dell'omero e quella distale del femore, assumono una configurazione a clava. Si osservano formazioni endo-ossee (osso dentro all'osso) nelle vertebre, nella pelvi e nelle ossa tubulari. Il cranio si ispessisce e la colonna assume una configurazione a divisa da rugby.

Il trapianto di midollo osseo da fratelli HLA-identici ha permesso di ottenere risultati eccellenti. Tuttavia, la prognosi è sfavorevole in caso di trapianti HLA-incompatibili. Prednisone, calcitriolo, e interferone gamma sono efficaci in alcuni casi.

Osteopetrosi con acidosi tubulare renale

Questo tipo di osteopetrosi è autosomico recessivo. Il difetto genetico è rappresentato da mutazioni del gene che codifica per l'anidrasi carbonica II. Provoca debolezza, bassa statura e scarso accrescimento.

Nell'esame RX le ossa appaiono dense e sono evidenti le calcificazioni cerebrali; è presente acidosi tubulare renale e l'attività dell'anidrasi carbonica dei globuli rossi è alterata.

Il trapianto di midollo osseo guarisce l'osteopetrosi anche se non ha effetto sull'acidosi tubulare renale. La terapia di mantenimento consiste nella somministrazione di bicarbonato e nell'integrazione elettrolitica per correggere perdite renali.

Picnodisostosi

Questa malattia autosomica recessiva è causata da mutazioni del gene codificante la catepsina K, una proteasi prodotta dagli osteoclasti e che ha un ruolo importante nella degradazione della matrice dell'osso extracellulare. La bassa statura diventa evidente durante la prima infanzia; l'altezza da adulti risulta 150 cm. Altre manifestazioni comprendono un cranio allargato, accorciamento e allargamento di mani e piedi, falangi terminali sclerotiche corte, unghie distrofiche, e il mantenimento di denti primari. La presenza di sclere blu (a causa di un deficit del tessuto connettivo che permette di visualizzare i vasi sottostanti) è solitamente rilevata durante l'infanzia. Le persone colpite si assomigliano molto; hanno un viso piccolo, un mento retratto e pronunciato, e denti malposizionati. Il cranio è bombato e la fontanella anteriore rimane aperta. Le fratture patologiche rappresentano una complicanza della picnodisostosi.

Manifestazioni nella picnodisostosi

Si sospetta la diagnosi di picnodisostosi dalla presenza di sclere blu, bassa statura e caratteristiche scheletriche peculiari. In genere, vengono eseguite radiografie standard. La sclerosi ossea è evidente nelle RX durante l'infanzia anche se non sono rilevabili né le striature ossee né le formazioni all'interno (l'osso dentro l'osso) delle ossa. Le ossa della faccia e i seni paranasali sono ipoplasici e l'angolo mandibolare è ottuso. Le clavicole possono risultare sottili e le loro porzioni laterali poco sviluppate; le falangi distali sono rudimentali.

La chirurgia plastica è stata impiegata per correggere le deformità gravi del volto e della mandibola.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Circolazione del cuore prenatale
Video
Circolazione del cuore prenatale
Il cuore e il sistema circolatorio di un feto iniziano a formarsi subito dopo il concepimento...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE