Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Nutrizione nei neonati

Di

Deborah M. Consolini

, MD, Sidney Kimmel Medical College of Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti set 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

Se il parto non è stato complicato e il neonato è vigile e in salute, può essere portato alla madre per un allattamento immediato. L'efficacia dell'allattamento al seno è aumentata esponendo il neonato al seno non appena possibile dopo il parto. L'emissione di muco dopo l'allattamento è frequente, a causa della lassità della muscolatura liscia gastroesofagea, ma deve scomparire entro 48 h. Se l'emissione del muco o il vomito persistono oltre 48 h, soprattutto se quest'ultimo è biliare, è necessaria una valutazione completa dei tratti gastrointestinale superiore e respiratori per individuare anomalie gastrointestinali congenite.

I fabbisogni quotidiani di liquidi e calorie variano con l'età e sono proporzionalmente maggiori nei neonati e nei lattanti rispetto che nei bambini più grandi e negli adulti ( Fabbisogno calorico ad età differenti*). I fabbisogni relativi di proteine ed energia (g o kcal/kg di peso corporeo) si riducono progressivamente dalla fine dell'infanzia alla fine dell'adolescenza ( Apporto dietetico di riferimento consigliato* per macronutrienti, (Recommended Dietary Reference Intakes for Some Macronutrients, Food and Nutrition Board, Institute of Medicine of the National Academies)), ma i fabbisogni assoluti aumentano. Per esempio, i fabbisogni proteici diminuiscono da 1,2 g/kg/die ad 1 anno a 0,9 g/kg/die a 18 anni, e la media dei fabbisogni energetici relativi diminuiscono da 100 kcal/kg a 1 anno a 40 kcal/kg nella tarda adolescenza.

I consigli nutrizionali in genere non sono basati su prove cliniche. Requisiti per le vitamine dipendono dalla fonte di nutrimento (p. es., latte materno versus latte artificiale standard), i fattori dietetici materni, e l'assunzione quotidiana.

Tabella
icon

Fabbisogno calorico ad età differenti*

Età

Fabbisogno

kcal/libbra/die

kcal/kg/die

< 6 mesi

50-55

110-120

1 anno

45

95-100

15 anni

20

44

*Quando le proteine e le calorie sono fornite dal latte materno, che è completamente digerito e assorbito, il fabbisogno fra 3 e 9 mesi può essere più basso.

Problemi di alimentazione

Variazioni minori nell'assunzione di cibo da giorno a giorno sono frequenti e, sebbene spesso fonte di preoccupazione per i genitori, di solito richiedono solo una rassicurazione e una guida a meno che non ci siano segni di malattia o modificazioni nei parametri di crescita, in particolare il peso (le variazioni nella linea del percentile nelle tabelle di crescita standard sono più significative dei cambiamenti assoluti).

La perdita di > 5-7% del peso alla nascita durante la prima settimana indica iponutrizione. Il peso alla nascita deve essere recuperato entro 2 settimane, e un conseguente aumento di circa 20-30 g/die è atteso nei primi mesi. I lattanti devono raddoppiare il peso alla nascita entro circa 5 mesi.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE