Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Cheratoacantomi

Di

Gregory L. Wells

, MD, Ada West Dermatology, St. Luke’s Boise Medical Center, and St. Alphonsus Regional Medical Center

Ultima revisione/verifica completa mag 2019| Ultima modifica dei contenuti mag 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I cheratoacantomi sono neoformazioni rotondeggianti, di consistenza dura, generalmente color rosa o carne, con un cratere centrale ricoperto da squame o da croste. Alcuni cheratoacantomi possono essere una forma di carcinoma a cellule squamose.

I cheratoacantomi compaiono più comunemente sulle aree esposte al sole, sul viso, sugli avambracci e sul dorso delle mani, e crescono rapidamente. Generalmente, in 1 o 2 mesi raggiungono dimensioni di circa 2,5 centimetri, ma talvolta crescono oltre il doppio. Potrebbero scomparire spontaneamente entro pochi mesi, spesso lasciando una cicatrice.

La causa dei cheratoacantomi è sconosciuta. La maggior parte dei medici considera i cheratoacantomi una forma di carcinoma a cellule squamose, cioè un tipo di cancro della pelle.

Diagnosi

  • Biopsia

Dato che un cheratoacantoma può essere maligno, spesso si effettua una biopsia, nella quale un frammento cutaneo viene asportato e sottoposto a un esame al microscopio. A volte, durante la biopsia viene rimosso l’intero tumore.

Prevenzione

Dato che il cheratoacantoma può essere causato dall’esposizione al sole, questo tipo di tumore può essere prevenuto adottando queste misure:

  • Evitare il sole: ad esempio, ricercare l’ombra, minimizzare le attività all’aperto da svolgere tra le 10 e le 16 (quando i raggi del sole sono particolarmente forti) ed evitare di esporsi al sole e di usare i lettini abbronzanti

  • Indossare indumenti protettivi: ad esempio, camice a maniche lunghe, pantaloni e cappelli dalle falde larghe

  • Utilizzare filtri solari: un fattore di protezione solare (Sun Protection Factor, SPF) di almeno 30 con protezione UVA e UVB usata in base alle indicazioni e riapplicata ogni 2 ore e dopo il nuoto o dopo aver sudato, ma non impiegata per prolungare l’esposizione al sole

Trattamento

  • Intervento chirurgico o iniezioni di metotressato o 5-fluorouracile

Non c’è alcuna garanzia che un cheratoacantoma scomparirà spontaneamente, e anche quando questo accade, spesso resta una cicatrice. Pertanto, i cheratoacantomi vengono solitamente rimossi o raschiati (con curette) o iniettati con metotressato o 5-fluorouracile.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cancro della cute
Video
Cancro della cute
La cute è l’organo più esteso del corpo. Svolge numerose funzioni importanti, tra cui proteggere...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE