Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Lesioni uretrali

Di

Noel A. Armenakas

, MD, Weill Cornell Medical School

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti

L’uretra è il canale che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno del corpo. Negli uomini, l’uretra decorre nel centro del pene.

La maggior parte delle lesioni uretrali si verifica negli uomini. Tra le cause comuni si annoverano le fratture del bacino e i traumi che interessano il perineo. Il perineo è l’area compresa tra l’ano e lo scroto, negli uomini, o tra l’ano e la vulva, nelle donne. (Vedere anche Panoramica sulle lesioni dell’apparato urinario e genitale.)

Inoltre, l’uretra può essere accidentalmente traumatizzata nel corso di manovre chirurgiche praticate direttamente sull’uretra o durante procedure che prevedono il passaggio di strumenti attraverso l’uretra, come il cateterismo vescicale o la cistoscopia (introduzione di una sonda flessibile a fibre ottiche in vescica attraverso l’uretra). Talvolta sono dovute a ferite da arma da fuoco. In rari casi, le lesioni uretrali possono essere autoprovocate, quando una persona introduce un corpo estraneo direttamente nell’uretra, o verificarsi contemporaneamente a una frattura del pene.

Alcune lesioni uretrali si limitano a un ematoma, tuttavia possono prodursi anche lacerazioni della mucosa dell’organo, che determinano la diffusione dell’urina nei tessuti del pene, dello scroto, della parete addominale o del perineo.

Le lesioni uretrali possono dar luogo a complicanze, tra cui infezione, sanguinamento, restringimento permanente (stenosi), disfunzione erettile e perdita incontrollabile di urina (incontinenza urinaria).

Sintomi

I sintomi più frequenti comprendono la comparsa di sangue all’estremità del pene nell’uomo o al meato uretrale nella donna, comparsa di sangue nelle urine, difficoltà a urinare e dolore durante la minzione. Si possono formare ematomi fra le gambe o nei genitali. Quando si sviluppano le complicanze, compaiono ulteriori sintomi. Ad esempio, l’urina che si diffonde nei tessuti adiacenti può provocare un’infezione. Inoltre, la lesione può causare un restringimento dell’uretra (stenosi) in prossimità o a livello della sede della lesione stessa. Inoltre, gli uomini possono manifestare disturbi dell’erezione (disfunzione erettile), dovuti al danno a carico delle fibre nervose o dei vasi sanguigni diretti al pene.

Diagnosi

  • Urografia retrograda

Di solito, negli uomini la diagnosi di lesione uretrale viene confermata da un’urografia retrograda, una radiografia acquisita dopo l’instillazione di un mezzo di contrasto radiopaco, un liquido visibile ai raggi X, direttamente nell’uretra. L’urografia retrograda viene eseguita prima di introdurre un catetere nella vescica attraverso l’uretra. Nelle donne, per esaminare la mucosa della vescica e dell’uretra si utilizza un endoscopio flessibile (cistoscopia).

Trattamento

  • Catetere per il drenaggio della vescica

  • A volte un intervento chirurgico (per riparare le lacerazioni uretrali)

Nelle lesioni uretrali che non causano perdita di urina, è possibile posizionare un catetere vescicale attraverso l’uretra per parecchi giorni in modo da drenare l’urina durante il processo di guarigione dell’uretra.

In caso di lacerazioni uretrali, occorre evitare il passaggio di urina nell’uretra, per mezzo di un catetere vescicale che viene inserito attraverso la cute in sede sovrapubica. Si procede alla riparazione chirurgica dell’uretra solo dopo la guarigione di tutte le altre lesioni o dopo 8-12 settimane (dopo la risoluzione dell’infiammazione). Di rado le lacerazioni uretrali guariscono senza intervento chirurgico.

Il trattamento contribuisce a evitare alcune complicanze delle lesioni uretrali, mentre quelle che non si possono prevenire devono essere opportunamente trattate.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte II)
Video
Fratture (Parte II)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE