Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sulle lesioni da freddo

Di

Daniel F. Danzl

, MD, University of Louisville School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa mag 2019| Ultima modifica dei contenuti mag 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La cute e i tessuti sottostanti sono mantenuti a una temperatura costante (circa 37 °C) dal sangue circolante e da altri meccanismi. Il sangue prende il suo calore principalmente dall’energia fornita dalle cellule quando queste bruciano (metabolizzano) il cibo, un processo che richiede un equilibrato supporto di nutrimento e ossigeno. Per l’adeguato funzionamento di tutte le cellule e dei tessuti dell’organismo è necessaria una temperatura corporea normale. In un soggetto con bassa temperatura corporea, la maggior parte degli organi, specialmente il cuore e il cervello, rallenta fino a interrompere del tutto il proprio lavoro.

La temperatura corporea diminuisce quando la pelle è esposta a un ambiente più freddo. Di conseguenza, l’organismo utilizza diversi meccanismi di protezione per generare ulteriore calore. Ad esempio, i muscoli producono calore aggiuntivo attraverso i brividi. Inoltre, i vasi sanguigni di piccolo calibro della cute si restringono (costrizione), cosicché una maggiore quantità di sangue viene deviata agli organi vitali, quali cuore e cervello. Tuttavia, se arriva meno sangue caldo alla cute, alcune parti del corpo, come le dita di mani e piedi, le orecchie e il naso, si raffreddano molto più rapidamente. Se la temperatura corporea diminuisce oltre i 31 °C, questi meccanismi protettivi si interrompono e l’organismo non può riscaldarsi. Se la temperatura corporea scende sotto i 28 °C, può sopraggiungere la morte.

Il rischio di lesioni da freddo aumenta nelle seguenti circostanze:

  • Flusso di sangue troppo lento

  • Inadeguato apporto alimentare

  • Disidratazione o esaurimento

  • Ambiente umido o contatto di una parte del corpo con qualcosa di umido

  • Contatto con una superficie metallica

  • Insufficienza di ossigeno disponibile, come alle altitudini elevate

Persino in un clima estremamente freddo, la probabilità che si verifichino lesioni da freddo diminuisce se pelle, dita delle mani e dei piedi, orecchie e naso vengono ben protetti o sono esposti solo per breve tempo.

Prevention

Per mantenere il calore in un ambiente freddo sono necessari molti strati di indumenti, preferibilmente di lana o sintetici come il polipropilene, perché tali materiali isolano anche quando sono bagnati. Dato che l’organismo perde una grande quantità di calore dalla testa, è essenziale un copricapo caldo.

È importante anche alimentarsi adeguatamente e bere liquidi a sufficienza (soprattutto bevande calde). Il cibo fornisce il carburante da bruciare e le bevande calde forniscono calore direttamente ed evitano la disidratazione. Le bevande alcoliche devono essere evitate, perché l’alcol dilata i vasi sanguigni della cute, generando una temporanea sensazione di calore, ma causandone in realtà una perdita maggiore.

Sapevate che...

  • Bere alcolici rende il corpo effettivamente più freddo poiché la dilatazione dei vasi sanguigni che fanno avvertire la sensazione di calore lascia fuoriuscire dal corpo maggiori quantità di calore.

Le lesioni da freddo includono

Altri problemi correlati al freddo comprendono la sindrome di Raynaud e le reazioni allergiche al freddo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da radiazioni
Video
Malattia da radiazioni
Gli elementi radioattivi come l’uranio e il bario rilasciano l’energia in eccesso sotto forma...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Torace
Modello 3D
Torace

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE