Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Ritenzione urinaria

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa mag 2019| Ultima modifica dei contenuti mag 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Cos’è la ritenzione urinaria?

La ritenzione urinaria si verifica quando:

  • Il soggetto non riesce a urinare (fare pipì) per nulla o solo un po’

  • Il soggetto riesce a urinare, ma resta comunque dell’urina nella vescica

Con la ritenzione urinaria:

  • Un soggetto può anche perdere urina e urinare involontariamente (incontinenza urinaria)

  • Il medico esegue un’ecografia dopo la minzione per vedere la quantità di urina rimasta nella vescica

  • Il medico può usare un catetere (un tubicino flessibile) per svuotare la vescica

Quali sono le cause di ritenzione urinaria?

Le cause includono:

La ritenzione urinaria è più comune negli uomini perché la crescita della prostata può bloccare il flusso di urina.

Quali sono i sintomi della ritenzione urinaria?

Se il soggetto non riesce a svuotare completamente la vescica:

  • Difficoltà ad avviare la minzione

  • Flusso di urina debole

  • Sensazione che la vescica non si sia completamente svuotata

  • A volte, fuoriuscita di urina, minzione notturna o necessità di urinare spesso

Se il soggetto non riesce a urinare affatto:

  • Assenza di capacità di avviare la minzione

  • Dolore via via che la vescica si allarga

  • Gonfiore al basso ventre

Come viene diagnosticata la ritenzione urinaria?

Se il soggetto non riesce a urinare affatto, il medico sa che è affetto da ritenzione urinaria. Se si è in grado di urinare un po’, il medico esegue un esame per valutare la quantità di urina che rimane nella vescica.

  • Il medico chiede al soggetto di far fuoriuscire tutta l’urina che riesce

  • Può eseguire un’ecografia della vescica oppure inserire un catetere nella vescica per verificare se nella vescica è rimasta dell’urina

  • Se la quantità di urina rimanente è superiore a circa mezza tazza, viene diagnosticata la ritenzione urinaria

Inoltre, il medico esegue degli esami:

  • Di solito un’esplorazione rettale: il medico palpa l’interno dell’ano con un dito per vedere se è ostruito da feci o, nel caso in cui il soggetto è un uomo, per vedere se è presente un ingrossamento della prostata

  • Analisi delle urine

  • Analisi del sangue

Come viene trattata la ritenzione urinaria?

Se il soggetto non riesce a urinare affatto, il medico inserisce immediatamente un catetere nella vescica per drenare l’urina. Per trattare la causa della ritenzione urinaria, il medico può:

  • Ordinare al soggetto di interrompere l’assunzione di eventuali farmaci che possono causare il problema

  • Se il soggetto è un uomo con un ingrossamento della prostata, trattarlo mediante intervento chirurgico o farmaci

  • Prescrivere dei farmaci per rilassare i muscoli attorno all’apertura della vescica

  • Se il soggetto presenta problemi nervosi, chiedergli di inserire un catetere nella vescica diverse volte al giorno per drenare l’urina

  • Talvolta, eseguire un intervento chirurgico per fare fuoriuscire l’urina in altro modo

Dove si possono trovare ulteriori informazioni sulla ritenzione urinaria?

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Litotrissia a onde d’urto
Video
Litotrissia a onde d’urto
Questa tecnica prevede l’uso di onde d’urto per frantumare i calcoli, che verranno quindi...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE