Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Sindrome dell’elevatore

Di

Parswa Ansari

, MD, Hofstra Northwell-Lenox Hill Hospital, New York

Ultima revisione/verifica completa gen 2020| Ultima modifica dei contenuti gen 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Con sindrome dell’elevatore si denota un dolore sporadico al retto causato dallo spasmo di un muscolo adiacente all’ano (il muscolo elevatore dell’ano).

  • La causa dello spasmo del muscolo adiacente all’ano è generalmente sconosciuta.

  • Il dolore può essere alleviato o può protrarsi per varie ore.

  • La diagnosi si basa sull’esame obiettivo.

  • Il trattamento include analgesici e semicupi e talvolta fisioterapia.

Il retto è la sezione del tratto digerente posto superiormente all’ano in cui si trattengono le feci prima che siano espulse dal corpo umano attraverso l’ano. L’ano è l’apertura posta al termine del tratto digerente, attraverso il quale le feci vengono espulse dal corpo umano. (Vedere anche Panoramica sull’ano e sul retto.)

L’apparato digerente

L’apparato digerente

La proctalgia fugace è un dolore fugace nel retto. La coccigodinia è un dolore avvertito nell’area dell’osso sacro (coccige). Entrambi i disturbi sono varianti della sindrome dell’elevatore.

La causa degli spasmi del muscolo elevatore dell’ano è sconosciuta. Lo spasmo muscolare causa dolore che generalmente non è correlato alla defecazione. Il dolore dura generalmente meno di 20 minuti. Può essere di breve durata e intenso oppure presentarsi sotto forma di vago fastidio nella parte alta del retto. Può insorgere spontaneamente o in posizione seduta e può svegliare il paziente durante il sonno. Può essere attenuato dal passaggio di gas o con l’evacuazione. In casi gravi, può persistere per diverse ore e recidivare di frequente. In alcuni casi si tentano, senza successo, più interventi chirurgici al retto al fine di attenuare questi sintomi.

Diagnosi

  • Visita medica

Il medico esegue un esame obiettivo per escludere altre condizioni rettali che provocano dolore (come emorroidi, ragadi o ascessi). L’esame obiettivo è spesso nella norma, anche se il muscolo potrebbe risultare dolorante o contratto. Occasionalmente, il dolore è causato da lombalgia o disturbi della prostata.

Trattamento

  • Antidolorifici e semicupi

  • Fisioterapia della pelvi

Il medico spiega che questa condizione non è grave o potenzialmente letale. Un episodio può essere alleviato dal passaggio di gas o con l’evacuazione o da un analgesico blando (come l’aspirina), oppure immergendo l’ano in acqua tepida (non calda), il cosiddetto semicupio. Questo viene fatto sedendosi per 10-15 minuti in una vasca riempita parzialmente oppure utilizzando un contenitore pieno di acqua calda posizionato sul water o sul bidet.

Quando i sintomi della sindrome dell’elevatore sono più intensi, è possibile che il soggetto venga sottoposto a fisioterapia pelvica.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Endoscopia con videocapsula
Video
Endoscopia con videocapsula
L’intestino tenue fa parte del tratto gastrointestinale (tratto GI). Ha una lunghezza di circa...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colite ulcerosa
Modello 3D
Colite ulcerosa

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE