Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Disturbo ciclotimico

Di

William Coryell

, MD, Carver College of Medicine at University of Iowa

Ultima revisione/verifica completa mag 2018| Ultima modifica dei contenuti giu 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Nel disturbo ciclotimico, si alternano episodi di esaltazione relativamente lievi e brevi (ipomania) con episodi lievi e brevi di tristezza (depressione).

Il disturbo ciclotimico somiglia al disturbo bipolare, ma è meno grave. Gli episodi di esaltazione e tristezza sono meno intensi, di solito durano solo pochi giorni e si ripresentano con frequenza a intervalli irregolari. Questo disturbo può sfociare nel disturbo bipolare oppure permanere come estrema variabilità dell’umore.

Soffrire di disturbo ciclotimico può contribuire al successo in ambito lavorativo, nella leadership, nel raggiungimento dei traguardi e nella creatività artistica. Tuttavia, può anche portare a prestazioni lavorative e scolastiche irregolari, frequenti cambi di residenza, ripetute rotture di relazioni o crisi coniugali, e abuso di alcol o droghe.

Il medico diagnostica il disturbo ciclotimico in base al particolare modello dei sintomi.

Trattamento

  • Educazione e supporto

  • A volte i farmaci che stabilizzano l’umore

Il soggetto con disturbo ciclotimico deve apprendere come convivere con gli estremi delle sue inclinazioni caratteriali. Convivere con un disturbo ciclotimico non è però facile perché i rapporti interpersonali sono spesso burrascosi. Per i soggetti con inclinazioni artistiche, riuscire ad avere un lavoro e una carriera nell’ambito artistico, con orari flessibili, può facilitare le cose.

Se il disturbo ciclotimico rende difficile lo svolgimento delle proprie attività, si può ricorrere a un farmaco che stabilizza l’umore (come il litio o un anticonvulsivante). Il soggetto potrebbe tollerare meglio l’anticonvulsivante divalproex rispetto al litio. Gli antidepressivi non vengono usati finché la depressione non sia grave e presente da molto tempo, poiché possono indurre rapidi cambi d’umore da uno stato all’altro (depressione a cicli rapidi).

I gruppi di supporto (come la Depression and Bipolar Support Alliance, vedere DBSA) possono essere d’aiuto, attraverso un forum in cui condividere esperienze e sensazioni comuni.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE