Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Disturbo del movimento periodico degli arti e sindrome delle gambe senza riposo

Di

Richard J. Schwab

, MD, University of Pennsylvania, Division of Sleep Medicine

Ultima revisione/verifica completa mag 2019| Ultima modifica dei contenuti mag 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Il

disturbo del movimento periodico degli arti implica movimenti ripetitivi di braccia, gambe o entrambi durante il sonno. La sindrome delle gambe senza riposo si traduce in un bisogno irrefrenabile di muoversi e una sensazione solitamente anormale nelle gambe, nelle braccia o in entrambe quando le persone sono sedute o sdraiate.

  • In coloro che soffrono di disturbo del movimento periodico degli arti, le braccia, le gambe o entrambe hanno spasmi e contrazioni che disturbano il sonno, ma le persone di solito non ne sono consapevoli.

  • Chi presenta la sindrome delle gambe senza riposo ha problemi a rilassarsi e a dormire perché sente un bisogno irrefrenabile di muovere le gambe o le braccia.

  • Il medico può diagnosticare la sindrome delle gambe senza riposo sulla base dei sintomi, ma è necessario un esame in un laboratorio del sonno per diagnosticare il disturbo del movimento periodico degli arti.

  • Non esiste una cura, ma i farmaci usati per trattare la malattia di Parkinson e altri farmaci possono aiutare a controllare i sintomi.

Questi disturbi del sonno sono più comuni durante la mezza età o in età avanzata. Negli Stati Uniti la sindrome delle gambe senza riposo può colpire fino al 10% delle persone. È particolarmente frequente dopo i 50 anni. La maggior parte di chi soffre di sindrome delle gambe senza riposo può avere anche disturbo del movimento periodico degli arti, ma la maggior parte delle persone con disturbo da movimento periodo degli arti non soffre di sindrome delle gambe senza riposo.

La causa di queste malattie è sconosciuta. Tuttavia, più di un terzo dei pazienti con tale disturbo ha parenti che soffrono della stessa sindrome. I fattori di rischio includono:

  • Vita sedentaria

  • Fumo

  • l’obesità

Molte persone narcolettiche o con disturbo da comportamento del sonno REM muovono periodicamente le gambe durante il sonno.

Sia la sindrome delle gambe senza riposo sia il disturbo del movimento periodico degli arti sono più probabili in persone che:

  • Interrompono alcuni farmaci (incluse benzodiazepine come diazepam)

  • Assumono stimolanti (come caffeina o farmaci stimolanti) o certi antidepressivi

  • Hanno una carenza di ferro

  • Sono anemiche

  • Durante la gravidanza

  • Presentano gravi patologie renali o epatiche croniche

  • Soffrono di diabete

  • Hanno un disturbo neurologico, come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson

Sintomi

Sia il disturbo del movimento periodico degli arti sia la sindrome delle gambe senza riposo interrompono il sonno. Di conseguenza, le persone sono stanche e assonnate durante il giorno.

Sintomi del disturbo del movimento periodico degli arti

Le gambe o le braccia hanno spasmi e contrazioni ogni 20-40 secondi durante il sonno. Di solito chi ne soffre è inconsapevole di questi movimenti e dei brevi risvegli che ne seguono, ma possono lamentare un sonno di scarsa qualità, di svegliarsi varie volte durante la notte o di addormentarsi durante il giorno. Non hanno sensazioni anomale alle gambe o alle braccia.

Sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

Solitamente, le persone con sindrome delle gambe senza riposo hanno un bisogno irrefrenabile di muovere le gambe quando sono sedute o sdraiate. Avvertono anche strane sensazioni vaghe ma intense alle gambe, a volte accompagnate da dolore. Queste sensazioni possono essere descritte come senso di bruciore, formicolio, trazione o come insetti che brulicano dentro le gambe.

Camminare, muovere o allungare le gambe può alleviare queste sensazioni. Il bisogno di camminare, muovere costantemente le gambe quando si è seduti e girarsi e rigirarsi nel letto rende difficile rilassarsi e addormentarsi. Durante il sonno, le gambe si muovono spontaneamente e in modo incontrollato, spesso causando il risveglio.

I sintomi tendono a verificarsi più spesso sotto stress. Gli episodi possono manifestarsi occasionalmente, provocando pochi problemi, oppure diverse volte alla settimana, privando le persone del sonno e rendendo difficile la concentrazione e lo svolgimento delle attività.

Diagnosi

  • Per la sindrome delle gambe senza riposo, una valutazione medica

  • Per il disturbo del movimento periodico degli arti, la polisonnografia

  • Per entrambi i disturbi, esami per accertare la causa

Il medico può spesso diagnosticare la sindrome delle gambe senza riposo sulla base dei sintomi riportati dal paziente o dalla persona che ne condivide il letto.

La polisonnografia, che include l’elettromiografia (EMG), viene sempre effettuata per diagnosticare il disturbo del movimento periodico degli arti. Questi esami vengono condotti di notte in un laboratorio del sonno e non sono effettuati a casa. Nella polisonnografia, l’attività cerebrale, il battito cardiaco, la respirazione, l’attività muscolare e i movimenti degli occhi vengono monitorati durante il sonno. Le persone possono essere filmate durante un’intera notte di sonno per documentare i movimenti degli arti.

Se viene diagnosticato uno dei disturbi, vengono effettuati esami di sangue e urine per verificare le patologie che possono contribuirvi, come anemia, carenza di ferro e disturbi renali ed epatici.

Trattamento

  • Variazioni nella dieta

  • Farmaci utilizzati per trattare il morbo di Parkinson e di altro tipo

Si consiglia di evitare la caffeina, che può aggravare i sintomi. Se è presente una carenza di ferro, il trattamento principale consiste nella somministrazione di integratori di ferro.

Gli stessi farmaci sono usati per trattare il disturbo del movimento periodico degli arti e sindrome delle gambe senza riposo. I più comuni sono

  • Farmaci utilizzati per trattare il morbo di Parkinson: pramipexolo, ropinirolo o rotigotina (utilizzata sotto forma di cerotto) possono essere di aiuto. Questi farmaci simulano l’azione della dopamina, un composto chimico che trasmette i messaggi dalle cellule nervose ad altre cellule (neurotrasmettitore). Aumentano gli impulsi nervosi ai muscoli Questi farmaci hanno relativamente pochi effetti collaterali, ma possono aggravare i sintomi. Questi farmaci possono inoltre causare nausea, una diminuzione eccessiva della pressione arteriosa quando ci si alza in piedi (ipotensione ortostatica), comportamenti compulsivi e insonnia.

  • Farmaci anticonvulsivanti: Un farmaco anticonvulsivante che viene anche usato per trattare il dolore è efficace in alcuni soggetti. Questi farmaci includono gabapentin o pregabalin.

  • Oppiacei: Si può utilizzare un oppiaceo come l’ossicodone. Tuttavia, i medici li usano con prudenza perché possono avere gravi effetti collaterali, compresa la possibilità di creare dipendenza.

Gabapentin enacarbil è il trattamento principale per i soggetti affetti da disturbo del movimento periodico degli arti o da sindrome delle gambe senza riposo. Questo farmaco allevia i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo e non causa il peggioramento dei sintomi.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Sclerosi multipla
Video
Sclerosi multipla
Il sistema nervoso centrale comprende le cellule nervose, o neuroni, del cervello e del midollo...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Gangli basali: vista frontale
Modello 3D
Gangli basali: vista frontale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE