honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Eccesso di iodio

Di

Larry E. Johnson

, MD, PhD, University of Arkansas for Medical Sciences

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

L’eccesso di iodio è raro ed è causato dal consumo di una quantità eccessiva del minerale iodio, che a volte può compromettere la funzionalità della tiroide.

La maggior parte dello iodio dell’organismo è contenuto nella tiroide, dove viene utilizzato per la sintesi degli ormoni tiroidei.

Lo iodio si trova nell’acqua di mare. Una piccola quantità di iodio proveniente dall’acqua di mare entra nell’atmosfera e, attraverso la pioggia, penetra nelle falde freatiche e nel suolo vicino al mare.

In molte aree, compresi gli Stati Uniti, il sale da tavola è arricchito con iodio (sotto forma di ioduro) per fare in modo che la popolazione ne consumi una quantità adeguata.

(Vedere anche Panoramica sui minerali).

Il consumo di quantità eccessive di iodio è raro. In genere dipende dall’assunzione di integratori di iodio per il trattamento di una carenza di iodio prolungata. A volte i soggetti che vivono in prossimità del mare assumono troppo iodio perché spesso mangiano grandi quantità di frutti di mare e alghe e bevono acqua ricca di iodio, un fenomeno comune nel Giappone settentrionale.

Il consumo di una quantità eccessiva di iodio di solito non influisce sulla funzionalità della tiroide, ma a volte può causare iperattività tiroidea e una produzione eccessiva di ormoni tiroidei (ipertiroidismo), in particolare nei soggetti abituati ad assumere una quantità insufficiente di iodio. Tuttavia, in altri casi l’eccesso di iodio diminuisce la produzione di ormoni tiroidei (causando ipotiroidismo). Di conseguenza, la tiroide aumenta di dimensioni e forma il gozzo (che può svilupparsi sia quando la tiroide è iperattiva sia quando è ipoattiva).

I soggetti che consumano grandi quantità di iodio possono sentire un sapore metallico in bocca e produrre una maggiore quantità di saliva. Lo iodio può irritare l’apparato digerente e causare un’eruzione cutanea.

Diagnosi

  • Visita medica

  • Esami del sangue

  • Esami di diagnostica per immagini

Il medico sospetta ipertiroidismo o ipotiroidismo dovuto a eccesso di iodio in base ai sintomi, in particolare nei soggetti che riferiscono l’assunzione di integratori di iodio.

Vengono effettuati esami del sangue per stabilire i livelli di ormoni tiroidei e di ormone tireostimolante (TSH), inoltre si possono eseguire esami di diagnostica per immagini.

Trattamento

  • Modifiche alla dieta

  • Talvolta ormoni tiroidei

Ai soggetti con un eccesso di iodio, si consiglia di usare sale non arricchito con iodio e di ridurre il consumo di alimenti che lo contengono, come frutti di mare, alghe, yogurt e latte.

In presenza di ipotiroidismo dovuto al consumo di una quantità eccessiva di iodio, ridurne il consumo spesso cura il disturbo, ma alcuni soggetti devono assumere ormoni tiroidei per il resto della vita.

Se un soggetto soffre di ipertiroidismo, possono essere necessari dei farmaci per ristabilire la normale funzione tiroidea.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE