Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Mutilazione genitale femminile

Di

Alicia R. Pekarsky

, MD, State University of New York Upstate Medical University, Upstate Golisano Children's Hospital

Ultima modifica dei contenuti gen 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La mutilazione dei genitali femminili viene praticata abitualmente in alcune parti dell'Africa (in genere Africa del nord o centrale), dove essa è profondamente integrata in alcune culture. Viene eseguito anche in alcune parti del Medio Oriente. Viene riferito che tale pratica sia eseguita in quanto le donne che provano piacere sessuale sono considerate impossibili da controllare, sono evitate, e non possono essere sposate.

L'età media delle ragazze che subiscono la mutilazione è 7 anni, e la mutilazione viene effettuata senza anestesia. Ci sono quattro tipi principali di mutilazione genitale femminile definita dall'OMS:

  • Tipo I: clitoridectomia, rimozione parziale o totale del clitoride e, in casi molto rari, solo la piega della pelle che circonda il clitoride (prepuzio)

  • Tipo II: escissione, rimozione parziale o totale del clitoride e delle piccole labbra, con o senza rimozione delle grandi labbra

  • Tipo III: infibulazione, restringimento dell'apertura vaginale mediante taglio e riposizionamento delle labbra in modo tale da creare una chiusura ad eccezione di una piccola apertura per mestruazioni e urine

  • Tipo IV: altro, tutte le altre procedure dannose eseguite sui genitali femminili ai fini non medici (come punture, perforazioni, carving [incisione], spianamento, e cauterizzazione della zona genitale)

Le conseguenze della mutilazione genitale possono comprendere emorragia intra- o postoperatoria e infezioni (incluso il tetano). Per le donne infibulate, sono possibili ricorrenti infezioni urinarie e/o ginecologiche e cicatrici. Le donne che incorrono in una gravidanza dopo le mutilazioni genitali femminili possono avere un'emorragia significativa durante il parto. Le conseguenze psicologiche possono essere gravi.

La mutilazione genitale femminile può essere ridotta dall'influenza di leader religiosi che si esprimono contro questa pratica e mediante la crescente opposizione in alcune comunità.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE