Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Panoramica su delirium e demenza

Di

Juebin Huang

, MD, PhD, Memory Impairment and Neurodegenerative Dementia (MIND) Center, University of Mississippi Medical Center

Ultima modifica dei contenuti dic 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Il delirium (talvolta definito stato confusionale acuto) e la demenza sono le cause più frequenti di alterazione delle funzioni cognitive, sebbene i disturbi del tono dell'umore (p. es., depressione) possano anch'essi dare disturbi cognitivi. Il delirium e la demenza sono condizioni patologiche distinte ma a volte difficili da distinguere. In entrambi i casi, la cognizione è alterata; tuttavia, i seguenti aiutano a distinguerli:

  • Il delirium colpisce prevalentemente l'attenzione.

  • La demenza colpisce prevalentemente la memoria.

Altre specifiche caratteristiche permettono anche la diagnosi differenziale tra questi 2 disturbi (vedi tabella Differenze tra delirium e demenza):

  • Il delirium è generalmente causato da una malattia acuta o da una tossicità da farmaco (a volte pericolosa per la vita) ed è spesso reversibile.

  • La demenza è in genere causata da cambiamenti strutturali nel cervello, ha un'insorgenza più lenta, ed è generalmente irreversibile.

Il delirium si sviluppa spesso in pazienti con demenza. Si deve evitare di confondere il delirium con la demenza in un paziente anziano, un errore clinico comune specie quando il delirium è sovrapposto a una demenza cronica. Nessun esame di laboratorio può stabilire con certezza la causa di un deterioramento cognitivo; un'anamnesi accurata e l'esame obiettivo, oltre alle conoscenze dei parametri vitali e funzionali, sono essenziali.

Tabella
icon

Differenze tra delirium e demenza*

Caratteristica

Delirium

Demenza

Esordio

Improvviso, con un momento d'esordio chiaro

Lento e graduale, con un momento d'esordio incerto

Durata

Da giorni a settimane, anche se può essere maggiore

Solitamente permanente

Causa

Quasi sempre un'altra condizione morbosa (p. es., infezione, disidratazione, uso o sospensione di alcuni farmaci)

Solitamente un disturbo cerebrale cronico (p. es., malattia di Alzheimer, demenza con corpi di Lewy, demenza vascolare)

Evoluzione

Di solito reversibile

Lentamente progressiva

Andamento notturno

Peggioramento quasi costante

Peggioramento frequente

Attenzione

Notevolmente compromessa

Non compromessa fino agli stadi più gravi di demenza

Livello di coscienza

Variabilmente compromesso

Non compromesso fino agli stadi più gravi di demenza

Orientamento nel tempo e nello spazio

Vario

Alterato

Uso del linguaggio

Rallentato, spesso incoerente e inappropriato

Talvolta difficoltà nel trovare la parola giusta

Memoria

Varia

Compromessa, specialmente per gli eventi recenti

Necessità di consultare un medico

Immediata

Necessaria, ma meno urgente

Effetto del trattamento

Di solito risolve la sintomatologia

Può rallentare la progressione, ma non può mutare o curare il disturbo

*Le differenze sono generalmente precise e di ausilio per la diagnosi, tuttavia non sono rare le eccezioni. Per esempio, una lesione cerebrale da trauma avviene in maniera improvvisa, ma può avere come esito una demenza grave e permanente; l'ipotiroidismo può produrre il quadro lentamente progressivo tipico della demenza, ma essere completamente reversibile con specifica terapia.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire un esame psichiatrico
Video
Come eseguire un esame psichiatrico
Modelli 3D
Vedi Tutto
Impulso nervoso
Modello 3D
Impulso nervoso

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE