Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Vaccino per la poliomielite

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La vaccinazione di massa ha quasi eradicato polio in tutto il mondo. Possono ancora verificarsi alcuni casi nelle regioni con vaccinazione incompleta, come l'Africa sub-Sahariana e l'Asia Meridionale.

Ci sono 3 sierotipi di poliovirus (un enterovirus).

Preparazione

Il vaccino poliovirus inattivato contiene una miscela di poliovirus di tipo 1, 2 e 3 inattivati in formalina. Il virus polio inattivato può contenere tracce di streptomicina, neomicina e polimixina B.

Il vaccino poliovirus vivo attenuato per via orale non è più disponibile negli Stati Uniti perché può mutare in un ceppo che provoca la poliomielite in circa 1 individuo ogni 2,4 milioni di persone che ricevono il vaccino.

Inoltre è disponibile una combinazione dei vaccini con virus polio inattivato, difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP) e talvolta con anti-epatite B o Haemophilus influenzae di tipo b (Hib).

Indicazioni

Il virus polio inattivato è un vaccino di routine per bambini ( Programma di vaccinazione raccomandato per le età 0-6 anni).

Non viene raccomandato come vaccino di routine la vaccinazione primaria anti-poliovirus negli adulti che vivono negli Stati Uniti. Gli adulti non immunizzati o non completamente vaccinati che possono essere esposti a poliovirus spontaneamente (p. es., i viaggiatori in aree endemiche, gli assistenti di laboratorio che maneggiano i campioni che possono contenere poliovirus) devono essere vaccinati con virus polio inattivato. Agli adulti completamente vaccinati che sono ad elevato rischio di esposizione al poliovirus può essere somministrata una dose di richiamo di virus polio inattivato. Per avere delle informazioni aggiornate su quali siano i paesi che sono considerati ad alto rischio per la poliomielite consultare Centers for Disease Control and Prevention's (CDC) Travelers' Health: Destinations e Travelers Health: Polio.

Controindicazioni e precauzioni

La principale controindicazione per il vaccino poliovirus inattivato è

  • Una grave reazione allergica (p. es., l'anafilassi) dopo una precedente dose di vaccino o verso una componente del vaccino

La principale precauzione con il vaccino poliovirus inattivato è

  • Una malattia acuta moderata o grave con febbre (la vaccinazione sarà rinviata fino a quando la malattia si sarà risolta)

  • Donne gravide che non presentano un rischio maggiore di poliomelite (non devono essere vaccinate contro la poliomielite anche se non vi sono prove che il vaccino danneggi le donne in gravidanza o il loro feto, tuttavia, se le donne in gravidanza sono ad aumentato rischio di esposizione al poliovirus e richiedono protezione immediata, può essere dato il vaccino anti-polio)

Somministrazione

La dose del vaccino poliovirus inattivato è di 0,5 mL IM o sottocute.

Una serie di 4 dosi IM è somministrata all'età di 2 mesi, 4 mesi, tra i 6 e i 18 mesi e tra i 4 e i 6 anni. Tipicamente, nelle prime 3 somministrazioni viene inoculata una combinazione di vaccini mentre nell'ultima dose il vaccino contiene un singolo antigene. Se i bambini non dovessero effettuare una delle dosi programmate di virus polio inattivato tra i 4 e i 6 anni, deve essere data una dose di richiamo al più presto possibile.

Quando nella schedula di vaccinazione programmata (alle età di 2, 4, 6 mesi e tra i 15 e i 18 mesi) viene effettuato il difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP)-poliovirus inattivato/Hib (Pentacel®), deve essere somministrata tra i 4 e i 6 anni di età una dose di richiamo aggiuntivo del vaccino contenente virus polio inattivato (poliovirus inattivato o difterite-tetano-pertosse-poliovirus inattivato [Kinrix®]), con una conseguente vaccinazione a 5 dosi; tuttavia, difterite-tetano-pertosse-poliovirus inattivato/Hib non deve essere utilizzato per la dose di richiamo all'età di 4-6 anni. L'intervallo minimo tra la quarta e la quinta dose deve essere di ≥ 6 mesi per ottimizzare la risposta di richiamo.

Una serie iniziale di virus polio inattivato è raccomandata per gli adulti non vaccinati ad elevato rischio di esposizione al poliovirus. L'intervallo consigliato tra la prima e la seconda dose è di 1-2 mesi; la terza dose deve essere somministrata tra i 6 e i 12 mesi successivi. Se si necessita di una copertura vaccinale in 2-3 mesi, devono essere somministrate 3 dosi, che sono somministrate a distanza di ≥ 1 mese. Qualora il periodo fosse da 1 a 2 mesi, 2 dosi saranno somministrate a distanza di ≥ 1 mese. Se è necessario, in < 1 mese viene somministrata 1 dose. In tutti i casi, le restanti dosi di vaccino devono essere somministrate successivamente, agli intervalli raccomandati, se la persona rimane ad alto rischio.

Effetti avversi

Non sono associati effetti avversi alla somministrazione del virus polio inattivato. Visto che può contenere tracce di neomicina, streptomicina e polimixina B, le persone che sono allergiche a uno qualsiasi di questi farmaci possono sviluppare una reazione allergica al vaccino.

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE