Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Episclerite

Di

Melvin I. Roat

, MD, FACS, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti apr 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

L'episclerite è un'infiammazione autolimitante, ricorrente, solitamente idiopatica del tessuto episclerale che non minaccia la visione. I sintomi sono un'area localizzata di iperemia del bulbo oculare, irritazione e lacrimazione. La diagnosi è clinica. La terapia è sintomatica.

L'episclera è una sottile membrana vascolare interposta tra la congiuntiva e la sclera.

L'episclerite insorge in giovani adulti, più frequentemente tra le donne. Solitamente è idiopatica; può essere associata a connettiviti e raramente a gravi malattie sistemiche (presenti in circa il 15% dei pazienti). (Vedi anche Panoramica sulle patologie congiuntivali e sclerali Panoramica sulle patologie congiuntivali e sclerali La congiuntiva ricopre il versante posteriore delle palpebre (congiuntiva palpebrale o tarsale), attraversa lo spazio tra le palpebre e il bulbo oculare (fornice congiuntivale) e quindi si ripiega... maggiori informazioni  Panoramica sulle patologie congiuntivali e sclerali .)

Si verifica una lieve irritazione. Inoltre, è presente una chiazza rosso vivo subito al di sotto della congiuntiva bulbare (episclerite semplice). Può essere presente anche un nodulo rilevato, iperemico, edematoso (episclerite nodulare). La congiuntiva palpebrale è normale.

La condizione è autolimitante. Se la rassegna dei sistemi non suggerisce una causa sottostante, allora un inquadramento diagnostico per malattie sistemiche non è abitualmente garantito.

Un corticosteroide topico (p. es., prednisolone acetato collirio 1%, 4 volte/die per 7 giorni, scalato gradualmente in 3 settimane) o un FANS per via orale di solito abbreviano l'episodio acuto; i corticosteroidi sono solitamente prescritti da un oftalmologo. Si possono usare eventualmente vasocostrittori topici (p. es., tetraidrozolina, brimonidina tartrato 0,025%) a scopo estetico; tuttavia, l'uso regolare può peggiorare l'eritema a causa del rimbalzo.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Offuscamento della vista
La visione offuscata, accompagnata da sintomi quali il dolore e l’arrossamento oculari, è molto probabilmente causata da quale dei seguenti disturbi?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE