Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Tumori delle articolazioni

Di

Michael J. Joyce

, MD, Cleveland Clinic Lerner School of Medicine at Case Western Reserve University;


Hakan Ilaslan

, MD,

  • Cleveland Clinic Lerner College of Medicine at Case Western Reserve University
  • Cleveland Clinic

Ultima modifica dei contenuti dic 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

I tumori colpiscono raramente le articolazioni, tranne che per estensione diretta di un tumore adiacente dell'osso o dei tessuti molli. Tuttavia, 2 patologie insorgono nel rivestimento (membrana sinoviale) delle articolazioni, la condromatosi sinoviale e la sinovite villonodulare pigmentosa. Queste affezioni sono benigne ma localmente aggressive. Entrambe generalmente colpiscono un'articolazione, in primo luogo il ginocchio e successivamente l'anca, e possono causare dolore e versamento. Entrambe si trattano mediante sinoviectomia e rimozione di eventuali corpi intra-articolari.

Condromatosi sinoviale

La condromatosi sinoviale (precedentemente definita osteocondromatosi sinoviale) è considerata una lesione metaplastica sinoviale. È caratterizzata da numerosi corpi cartilaginei calcificati nella sinovia, che spesso diviene lassa. Ogni corpo può essere non più grande di un chicco di riso, nel contesto di un'articolazione tumefatta e dolente. La trasformazione maligna è molto rara. Le recidive sono frequenti.

La diagnosi della condromatosi sinoviale è iconografica, solitamente tramite TC o RM.

Il trattamento della condromatosi sinoviale può essere sintomatico, ma se i sintomi meccanici sono predominanti si giustifica la rimozione artroscopica o a cielo aperto dei corpi intra-articolari o la sinoviectomia.

Sinovite villonodulare pigmentosa

La sinovite villonodulare pigmentosa è considerata come sinovia neoplastica. La sinovia si ispessisce e contiene emosiderina, ciò dà al tessuto il tipico aspetto "macchiato di sangue" e le caratteristiche immagini alla RM. Questo tessuto tende a invadere l'osso adiacente, causando distruzione di tipo cistico e danno cartilagineo. La sinovite villonodulare pigmentosa è solitamente monoarticolare ma può essere poliarticolare.

Una gestione tarda della sinovite villonodulare pigmentosa, soprattutto dopo recidiva, può richiedere una sostituzione totale dell'articolazione. In rare occasioni, dopo molteplici sinoviectomie, la radioterapia è talvolta usata.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE