Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Deformità "a bottoniera"

(Deformità "ad asola")

Di

David R. Steinberg

, MD,

  • Professor, Department of Orthopaedic Surgery, and Director, Hand and Upper Extremity Fellowship
  • Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania

Ultima modifica dei contenuti ott 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Una deformità a bottoniera consiste nella flessione dell'articolazione interfalangea prossimale associata a iperestensione dell'interfalangea distale ( Deformità ad asola (o bottoniera) e a collo di cigno).

Questa deformità può derivare da una lacerazione tendinea (bandelletta centrale dell'estensore), da una lussazione, da una frattura, da artrosi o da artrite reumatoide. Classicamente, la deformità è causata dalla lacerazione dell'inserzione della bandelletta centrale del tendine estensore sulla base della falange media, consentendo alla falange prossimale di protrudere (attraverso l'asola) tra le bandellette laterali del tendine estensore.

Il trattamento iniziale della deformità a bottoniera consiste nell'immobilizzazione, ma questa deve essere realizzata prima che si sviluppino cicatrizzazione e deformità strutturate. La ricostruzione chirurgica spesso non riesce a ripristinare il movimento normale, ma può ridurre la deformità e migliorare la funzione della mano.

Deformità ad asola (o bottoniera) e a collo di cigno

Deformità ad asola (o bottoniera) e a collo di cigno
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE