Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Sofferenza fetale

Di

Julie S. Moldenhauer

, MD, Children's Hospital of Philadelphia

Ultima revisione/verifica completa gen 2020| Ultima modifica dei contenuti gen 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Per sofferenza fetale si intendono i segni prima e durante il parto che indicano che il feto non sta bene.

La sofferenza fetale è una complicanza rara del travaglio e in genere si verifica quando il feto non ha ricevuto ossigeno a sufficienza.

La sofferenza fetale può insorgere nelle seguenti situazioni:

  • Gravidanza di durata eccessiva (post-maturità).

  • Si verificano altre complicanze della gravidanza o del travaglio (come difficoltà del travaglio o travaglio rapido).

Di solito, i medici identificano la sofferenza fetale in base a un quadro di frequenza cardiaca anomala del feto. Durante il travaglio, la frequenza cardiaca fetale viene monitorata in modo costante, di solito mediante un monitoraggio elettronico del battito cardiaco fetale. In alternativa, si utilizza un dispositivo ecodoppler manuale per controllare la frequenza cardiaca ogni 15 minuti all’inizio del travaglio e dopo ogni contrazione a travaglio avanzato.

Se si individua un’anomalia significativa nella frequenza cardiaca, è possibile intervenire come segue:

  • Somministrare ossigeno alla donna

  • Aumentare la quantità di liquidi per via endovenosa

  • Girare la donna su un fianco o sull’altro

Sapevate che...

  • Una frequenza cardiaca anomala del feto può costituire il primo segnale di sofferenza fetale.

Le contrazioni troppo intense e/o troppo ravvicinate possono provocare sofferenza fetale. Se è stata utilizzata ossitocina per stimolare le contrazioni, viene sospesa immediatamente, la donna può cambiare posizione e le vengono somministrati analgesici. Se non sono stati utilizzati farmaci per stimolare le contrazioni, si può somministrare un farmaco in grado di rallentare il travaglio (come la terbutalina per iniezione), per interrompere o per rallentare le contrazioni.

Nel caso in cui tali misure si dimostrino inefficaci, il parto viene espletato il più velocemente possibile per mezzo di ventosa ostetrica, forcipe o parto cesareo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cerotto anticoncezionale
Video
Cerotto anticoncezionale
L’apparato riproduttivo femminile comprende utero, tube di Fallopio e ovaie. Le ovaie sono...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sindrome dell’ovaio policistico
Modello 3D
Sindrome dell’ovaio policistico

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE