Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Torsione degli annessi

Di

Charlie C. Kilpatrick

, MD, MEd, Baylor College of Medicine

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La torsione degli annessi comporta la rotazione delle ovaie e talvolta delle tube di Falloppio, che impedisce l’apporto di sangue a questi organi

  • e provoca un dolore forte e improvviso spesso accompagnato da vomito.

  • La diagnosi viene confermata mediante l’ecografia transvaginale (inserimento in vagina di una sonda ecografica)

  • e l’intervento chirurgico viene effettuato immediatamente per liberare l’ovaio o rimuoverlo.

Solitamente l’ovaio e talvolta la tuba di Falloppio si arrotolano sui tessuti simili a legamenti che li sostengono. La torsione ovarica (torsione degli annessi) è rara e più probabile nelle donne in età fertile; solitamente si manifesta in caso di problemi a un ovaio

ed è favorita dalle seguenti condizioni:

  • Gravidanza

  • uso di ormoni per stimolare l’ovulazione (per problemi di infertlità)

  • ingrossamento dell’ovaio, di solito a causa di tumori benigni o cisti

Le maggiori probabilità di torsione ovarica si registrano con i tumori benigni piuttosto che con quelli maligni,

ma è raro che si verifichino in un ovaio normale. È una patologia che colpisce spesso le bambine.

Solitamente riguarda un solo lato e interessa solo l’ovaio, anche se talvolta coinvolge anche la tuba di Falloppio. Talvolta l’interruzione del flusso di sangue all’ovaio è abbastanza prolungata da provocare la morte dei tessuti di questo.

Sapevate che…

  • Talvolta l’ovaio si torce provocando un dolore forte e improvviso.

Sintomi

La torsione dell’ovaio provoca un dolore forte e improvviso nella zona pelvica, talvolta accompagnato da nausea e vomito. Prima di avvertire il dolore improvviso, la donna può avere crampi intermittenti per alcuni giorni, a volte anche per intere settimane, a causa del continuo movimento di rotazione e controrotazione dell’ovaio. Anche l’addome diventa sensibile.

Diagnosi

  • Ecografia

  • Chirurgia esplorativa

Di solito, i medici sospettano la torsione degli annessi sulla base dei sintomi e dei riscontri all’esame obiettivo.

L’ecografia viene eseguita mediante l’inserimento in vagina di una sonda ecografica (ecografia transvaginale), In presena di una torsione dell'ovaio, questa procedura può mostrare l'ingrossamento dell'ovaio o una massa nell’ovaio, che conferma la diagnosi di torsione degli annessi. L’ecografia Doppler a colori generalmente può determinare se il flusso di sangue all'ovaio è stato interrotto.

Un intervento chirurgico per visualizzare le ovaie è l'unico modo per confermare la diagnosi.

Trattamento

  • Intervento chirurgico per raddrizzare l’ovaio

Se si sospetta torsione degli annessi, viene effettuato immediatamente un intervento chirurgico per verificare la presenza di una torsione ovarica e quindi confermare la diagnosi e, se presente, per risolverla.

Le procedure utilizzate per raddrizzare e quindi salvare l’ovaio sono, alternativamente:

  • Laparoscopia: i medici eseguono una o diverse piccole incisioni nell’addome, in cui inseriscono una sonda a fibre ottiche (laparoscopio). Tramite appositi strumenti infilati nelle altre incisioni, cercano di raddrizzare l’ovaio ed eventualmente la tuba di Falloppio. Questa procedura si esegue in ospedale ed è necessaria l’anestesia generale, ma non è necessario il ricovero.

  • Laparotomia: i medici eseguono alcune incisioni più ampie sull’addome e intervengono direttamente sugli organi interessati, senza utilizzo del laparoscopio. La laparotomia spesso causa più dolore della laparoscopia. La laparotomia richiede un lungo periodo di osservazione dopo l’intervento o la degenza di una notte in ospedale.

Nel caso sia presente una cisti ovarica e ci sia la possibilità di salvare l’ovaio, la cisti viene rimossa (cistectomia).

In caso di interruzione del flusso di sangue e morte dei tessuti, si rende necessaria la rimozione delle tube di Falloppio e delle ovaie (salpingo-ooforectomia),

mentre in caso di tumore ovarico si rimuove l’intero ovaio (ooforectomia).

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Epidurale
Video
Epidurale
Al termine della 40^ settimana circa di gravidanza, la donna entra gradualmente nella fase...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Contenuto della pelvi femminile
Modello 3D
Contenuto della pelvi femminile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE