Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Glaucoma infantile primario

(Glaucoma infantile; glaucoma congenito; buftalmo)

Di

Leila M. Khazaeni

, MD, Loma Linda University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa feb 2022| Ultima modifica dei contenuti feb 2022
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Il glaucoma infantile primario è una rara anomalia congenita per cui l’umor acqueo non defluisce correttamente dalla camera anteriore dell’occhio. L’ostruzione aumenta la pressione all’interno dell’occhio e può persino danneggiare il nervo ottico e causare la cecità completa se non viene trattata.

Normalmente l’umor acqueo, che irrora l’occhio, viene prodotto dal corpo ciliare che si trova dietro l’iride (nella camera posteriore) e passa attraverso la pupilla nella porzione anteriore dell’occhio (camera anteriore), da cui si riversa nei canali di drenaggio tra iride e cornea. Quando il drenaggio del liquido è ostruito, la pressione all’interno dell'occhio (pressione intraoculare) aumenta.

Normale drenaggio del liquido

Il liquido prodotto dal corpo ciliare dietro l’iride (nella camera posteriore) passa nella porzione anteriore dell’occhio (camera anteriore), quindi esce attraverso i canali di drenaggio.

Normale drenaggio del liquido

Il glaucoma infantile primario colpisce i neonati e i bambini piccoli e può interessare un solo occhio o più spesso entrambi. Questo disturbo è considerato primario perché non è causato da un altro disturbo, ad esempio la sindrome di Sturge-Weber Sindrome di Sturge-Weber La sindrome di Sturge-Weber provoca una neoformazione anomala di piccoli vasi sanguigni. È caratterizzata da una voglia color vino sul viso, una crescita eccessiva dei vasi sanguigni (angioma)... maggiori informazioni Sindrome di Sturge-Weber . La pressione intraoculare aumenta oltre il livello normale. Nei lattanti, la pressione intraoculare può aumentare anche a seguito di una lesione o procedura chirurgica dell’occhio (ad esempio, rimozione della cataratta).

Nel glaucoma infantile primario, o glaucoma della prima infanzia, l’occhio affetto può allargarsi perché la sclera (lo spesso involucro membranoso bianco che copre l’occhio) e la cornea (la membrana trasparente situata davanti all’iride e alla pupilla) si distendono per effetto dell’aumento della pressione intraoculare. Questa dilatazione non si verifica nel glaucoma dell’adulto. La cornea a volte può opacizzarsi. Nel bambino, la luce può causare lacerazioni e indolenzimento dell’occhio (fotofobia).

I medici sospettano il glaucoma infantile primario quando il bambino presenta lacrimazione, ammiccamento frequente e sensibilità alla luce. La diagnosi viene confermata mediante un esame oculistico approfondito in un ambulatorio o in una clinica, seguito da un esame più dettagliato in anestesia generale in sala operatoria, per consentire misurazioni speciali del bulbo oculare e della cornea.

Se non trattata, l’opacizzazione della cornea progredisce, danneggia il nervo ottico e vi è rischio di cecità. Per prevenire queste complicanze, i medici intervengono chirurgicamente il prima possibile per creare un nuovo sistema di drenaggio (goniotomia, trabeculotomia o trabeculectomia Intervento chirurgico ).

Ulteriori informazioni

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di questa risorsa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE