Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
I fatti in Breve

Ustione solare

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa feb 2020| Ultima modifica dei contenuti feb 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Che cos’è un’ustione solare?

L’ustione solare è un doloroso arrossamento della pelle causato dai raggi UV (ultravioletti) della luce del sole.

  • Sebbene solitamente sia più grave sulla pelle esposta, può verificarsi anche in aree cutanee coperte da indumenti

  • Può verificarsi persino durante una giornata nuvolosa, perché le nubi non bloccano i raggi UV

  • Se l’ustione solare è grave, è possibile che si manifestino febbre o brividi e che compaiano vescicole sulla pelle

  • Per alleviare il dolore di un’ustione solare, utilizzare lozioni, assumere antidolorifici e applicare sulla pelle panni inumiditi con acqua fredda

  • Per ridurre il rischio di ustioni solari, utilizzare un filtro solare ed evitare di uscire quando il sole è più forte

Anche la luce UV delle lampade e dei lettini abbronzanti può causare un doloroso arrossamento e danni a carico della pelle.

A cosa sono dovute le ustioni solari?

Le ustioni solari sono causate dai raggi UV (ultravioletti) della luce del sole. Nelle ore centrali del giorno (tra le 10 e le 15) si è maggiormente a rischio di ustioni solari, dato che la radiazione solare UV è massima.

Inoltre, il rischio di ustioni solari è maggiore nelle persone che:

  • hanno la pelle chiara, gli occhi azzurri e i capelli biondi o rossi

  • lavorano all’aperto

  • hanno presentato ustioni solari in precedenza

Dato che i lettini abbronzanti utilizzano la luce UV per fornire una bella abbronzatura, anche se vi si rimane troppo a lungo si può sviluppare un’ustione solare.

Quali sono i sintomi delle ustioni solari?

La sintomatologia può esordire un’ora dopo l’ustione, ed è generalmente più grave nelle prime 12-24 ore. Si manifestano:

  • arrossamento doloroso della pelle

  • talvolta, vescicole cutanee

  • se l’ustione solare è grave, febbre, brividi e debolezza

Qualche giorno dopo, l’ustione solare provoca prurito e sfaldamento dello strato esterno della pelle.

In alcuni casi, nella pelle interessata insorge un’infezione.

Come vengono trattate le ustioni solari?

Per ridurre il dolore di un’ustione solare lieve:

  • assunzione di farmaci da banco, come l’ibuprofene

  • docce o bagni con acqua fredda

  • applicazione di panni inumiditi con acqua fredda, vaselina, creme a base di aloe o lozioni idratanti (non contenenti profumo) sulla pelle interessata

Alcuni spray e lozioni per le ustioni solari contengono un anestetico che elimina il dolore per un certo tempo, tuttavia, solitamente i medici consigliano di non usarli, in quanto frequentemente si sviluppa una reazione allergica all’anestetico.

Per il trattamento delle ustioni solari gravi:

  • applicazione di una crema antibiotica sulle vescicole

Non rompere le vescicole. Non esporre al sole la pelle interessata per diverse settimane, soprattutto se si sta sfaldando. La pelle nuova sottostante è molto sottile e sensibile.

Come si possono prevenire le ustioni solari?

Il modo migliore per prevenire le ustioni solari è non esporsi al sole. Le probabilità che si verifichi un’ustione solare sono maggiori:

  • nelle ore tra le 10 e le 15 (quando la radiazione UV è massima)

  • ad altitudini elevate, come in montagna

  • quando la luce solare viene riflessa da neve, acqua o sabbia

Se si deve uscire sotto il sole:

  • restare fuori per 30 minuti al massimo

  • indossare un cappello a tesa larga e indumenti per proteggersi, come l’abbigliamento speciale con protezione solare

  • indossare occhiali da sole

  • usare filtri solari

Suggerimenti per l’utilizzo dei filtri solari:

  • scegliere un filtro solare resistente all’acqua con un fattore di protezione solare (Sun Protection Factor, SPF) pari o superiore a 30

  • usare filtri solari che proteggono sia dai raggi UVA sia dai raggi UVB

  • applicare sul corpo 30 grammi di filtro solare (la quantità necessaria per riempire un bicchierino), la maggior parte delle persone non ne usa una quantità sufficiente

  • applicare il filtro solare 30 minuti prima di esporsi alla luce solare diretta e riapplicarlo ogni 2 ore, oppure dopo aver sudato o nuotato

  • per piccole aree, come il naso o le labbra, prendere in considerazione anche l’applicazione di una crema solare coprente (crema spessa, di colore bianco, contenente zinco e titanio) che blocca fisicamente quasi tutta luce solare

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE