Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Esami per la diagnosi di malattie da acido e reflusso

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa lug 2018| Ultima modifica dei contenuti lug 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Lo stomaco produce acido che contribuisce a digerire il cibo.

Il reflusso acido si verifica quando l’acido gastrico rifluisce attraverso l’esofago verso la gola. L’esofago è il canale che collega la gola allo stomaco. Il reflusso acido provoca bruciore nella parte superiore dell’addome e nel torace. Il dolore talvolta è chiamato pirosi.

Il reflusso acido viene anche chiamato GERD (malattia da reflusso gastroesofageo).

L’esofago

L’esofago

Quali sono gli esami per il reflusso acido?

Il medico introduce strumenti nell’esofago per misurare la quantità di acido presente. Esistono due tipi di esami:

  • Monitoraggio con catetere, che misura l’acido mediante una sonda flessibile (catetere)

  • Monitoraggio wireless, che misura l’acido mediante una radiocapsula

Per entrambi i test è necessario non mangiare né bere dopo la mezzanotte prima dell’esame, ma è possibile mangiare e bere normalmente con gli strumenti nell’esofago.

Questi esami sono molto sicuri.

Monitoraggio con catetere

  • Il medico introduce un sottile tubicino di plastica (catetere) attraverso il naso e la gola fino all'esofago

  • Il tubicino possiede una sonda che rileva l’acido

  • Il tubicino rimane nell’esofago per 24 ore, durante le quali il paziente registra in un diario sintomi, pasti e sonno

  • Dei cavi all’interno del tubicino inviano a un registratore informazioni sull’acido presente nell’esofago

  • Il medico confronta le informazioni del registratore con il diario del paziente per verificare se i sintomi sono insorti quando nell’esofago era presente acido

Alcuni cateteri possono anche misurare altre sostanze come il muco che risale nell’esofago.

Monitoraggio wireless

  • Dopo la somministrazione di un medicinale per indurre sonnolenza, il medico introduce una sonda di esplorazione flessibile attraverso la bocca per fissare una capsula che misura l’acido nella parte inferiore dell’esofago

  • Il paziente registra sintomi, pasti e sonno in un diario

  • La capsula misura l’acido nell’esofago e invia i dati in modalità wireless a un ricevitore indossato dal paziente

  • Il medico confronta le informazioni con il diario per valutare se i sintomi sono insorti mentre era presente acido nell’esofago

  • La capsula si stacca entro una settimana, passa attraverso l’intestino e viene eliminata nelle feci

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da reflusso gastroesofageo
Video
Malattia da reflusso gastroesofageo
Il tratto gastrointestinale, o GI, è composto da cavità orale, faringe, esofago, stomaco e...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE