Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link
I fatti in Breve

Fascite plantare

(Fasciosi plantare)

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

Il termine plantare si riferisce a qualcosa sotto al piede. La fascia è uno dei tipi di tessuto che collega parti diverse del corpo (il cosiddetto tessuto connettivo). La fascia plantare, quindi, è un fascio di tessuto che unisce il tallone al metatarso.

Cos’è la fascite plantare?

La fascite plantare è un dolore al piede causato da un problema alla fascia plantare. Talvolta viene detta fasciosi plantare.

  • È la causa più comune di dolore al tallone

  • Il dolore è spesso peggiore quando si inizia a camminare al mattino e dopo periodi di riposo

  • È frequente nei soggetti che trascorrono molto tempo in piedi

  • Fare esercizi di stretching, applicare compresse di ghiaccio e cambiare calzature possono essere accorgimenti utili

  • A volte, il medico prescrive iniezioni di corticosteroidi

Fascia plantare

La fascia plantare è il tessuto connettivo che collega il tallone al metatarso.

Fascia plantare

Quali sono le cause della fascite plantare?

La fascite plantare è causata da sforzi, strappi o usura del duro fascio di tessuto del piede detto fascia plantare.

Le probabilità che si verifichino strappi o lacerazioni della fascia aumentano se:

  • Si indossano tacchi alti

  • Si è podisti o ballerini

  • Si sta sempre seduti

  • Si trascorrere molto tempo in piedi su superfici molto dure

  • I muscoli del polpaccio sono contratti

  • Si hanno i piedi piatti o un arco plantare molto alto

Quanto segue può causare la fasciosi plantare o peggiorarla:

Quali sono i sintomi della fascite plantare?

Il sintomo principale è rappresentato da:

  • Dolore al tallone quando si carica sul piede

In genere, il dolore al tallone compare quando ci si alza al mattino, ma scompare nel giro di 5 o 10 minuti. In genere, si ripresenta successivamente nel corso della giornata.

Come viene formulata la diagnosi di fascite plantare?

Per diagnosticare la fascite plantare, il medico esegue un esame obiettivo. Se ritiene che la fascia possa essere lacerata o che il dolore sia dovuto a un’altra causa, può eseguire esami come:

Come viene trattata la fascite plantare?

Per ridurre il dolore e ridurre le sollecitazioni al piede:

  • Fare passi più piccoli

  • Non camminare a piedi nudi

  • Evitare di fare jogging e altre attività a forte impatto

  • Perdere peso, se si è in sovrappeso

  • Eseguire esercizi di stretching di polpacci e piedi

Il medico può prescrivere:

  • Riposo e impacchi di ghiaccio sul piede

  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), come ibuprofene

  • Un tutore da indossare durante la notte per tendere il muscolo

  • Dispositivi speciali (ortesi) da inserire nelle scarpe

  • Fisioterapia

  • Iniezioni di corticosteroidi nel tallone

Se il dolore non migliora, il medico può:

  • Ingessare il piede per un periodo

  • Prescrivere una terapia a onde d’urto al tallone per migliorare la circolazione e ridurre il dolore (terapia extracorporea a onde d’urto)

  • eseguire un intervento chirurgico

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Neutropenia
Neutropenia è il termine che indica un numero patologicamente basso di neutrofili, un tipo di globuli bianchi nel sangue. Quale delle seguenti opzioni è spesso la prima indicazione che una persona è affetta da neutropenia?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE