Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Bailisascariasi

Di

Richard D. Pearson

, MD, University of Virginia School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La bailisascariasi è una rara infezione con l'ascaride del procione, Baylisascaris procyonis, che può causare fatali infezioni del sistema nervoso centrale negli esseri umani.

L'infestazione solitamente si verifica nei bambini che giocano nella sporcizia o con oggetti contaminati con feci di procione. La maggior parte dei casi è stata riportata nel Medio Atlantico, Midwest, e nord-est degli Stati Uniti. Nonostante la bailisascariasi sia rara nelle persone, è preoccupante poiché un gran numero di procioni vivono in prossimità degli esseri umani e il tasso di infestazione di B. procyonis in questi animali è alta.

I procioni infetti perdevano ogni giorno milioni di uova nelle loro feci; le uova possono sopravvivere nell'ambiente per anni. Gli esseri umani vengono infettati attraverso l'ingestione di uova infette.

Dopo l'ingestione da parte degli esseri umani, le uova si schiudono liberando le larve. Le larve migrano attraverso una grande varietà di tessuti (fegato, cuore, polmoni, cervello, occhi) producendo larva migrans viscerale e larva migrans oculare, simili a quelle dovute alla toxocariasi. Tuttavia, a differenza delle larve di Toxocara, le larve di Baylisascaris continuano a crescere fino a grandi dimensioni (fino a 24 cm per le femmine e 12 cm per gli maschi) all'interno del sistema nervoso centrale. Le larve nel sistema nervoso centrale possono causare reazioni infiammatorie e meningoencefalite eosinofila, danneggiare il tessuto e inglobarsi nei granulomi.

La gravità della malattia neurologica nell'uomo varia a seconda del

  • Numero di uova ingerite

  • Numero di larve che migrano nel sistema nervoso centrale

Il danno tissutale e la sintomatologia della bailisascariasi sono spesso gravi perché le larve di Baylisascaris tendono a migrare largamente, e non muoiono facilmente.

Diagnosi

  • RM

  • Test per gli Ac

L'encefalite da Baylisascaris Encefalite da deve essere presa in considerazione nei pazienti con insorgenza improvvisa di encefalite eosinofila e una storia di possibile esposizione a procioni e/o aree in cui i procioni defecano (p. es., con conseguente possibile ingestione di feci di procione o da terreno contaminato).

I reperti caratteristici comprendono la pleocitosi eosinofila del liquido cerebrospinale, l'eosinofilia periferica e anomalie profonde, soprattutto periventricolari, della sostanza bianca rilevate con la RM.

La diagnosi di bailisascariasi è difficile perché i test sierologici non sono disponibili in commercio, ma liquido cerebrospinale o siero possono essere testati per gli anticorpi nei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) se l'indice di sospetto è alto.

La visualizzazione di una larva durante l'esame oculare è anche un indizio.

Trattamento

  • Albendazolo

Quando il sospetto di infezione è alto, il trattamento immediato con albendazolo da 25 a 50 mg/kg per via orale 1 volta/die per 10-20 giorni può essere efficace. Se l'albendazolo non è disponibile, si possono utilizzare il mebendazolo o l'ivermectina fino a quando non lo si ottiene.

Prevenzione

I procioni usano lo stesso punto comune per defecare, lasciando una grande quantità di feci tubolari in una sola zona (chiamata latrina del procione). Le latrine del procione costituiscono un rischio biologico, a causa dell'elevata probabilità di contaminazione parassitaria, ed è meglio lasciare la loro rimozione ai professionisti. (Vedi anche the Centers for Disease Control and Prevention (CDC) Raccoon Latrines: Identification and Clean-up.)

Punti chiave

  • La bailisascariasi, un'infezione da procione, è rara nelle persone, ma è preoccupante poiché un gran numero di procioni vive in prossimità degli esseri umani e il tasso di infestazione di B. procyonis nei procioni è alto.

  • La bailisascariasi solitamente si verifica nei bambini che giocano nella sporcizia o con oggetti contaminati con feci di procione.

  • Il danno tissutale e le manifestazioni sono spesso gravi perché le larve di Baylisascaris tendono a migrare largamente, e non muoiono facilmente.

  • La diagnosi è difficile perché i test sierologici non sono disponibili in commercio, ma liquido cerebrospinale o siero possono essere testati per gli anticorpi nei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

  • Quando il sospetto di bailisascariasi è alto, il trattamento immediato con albendazolo può essere efficace.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE