Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Febbre di Oroya e verruca peruviana

(Malattia di Carrión)

Di

Larry M. Bush

, MD, FACP, Charles E. Schmidt College of Medicine, Florida Atlantic University;


Maria T. Vazquez-Pertejo

, MD, FCAP, Wellington Regional Medical Center

Ultima modifica dei contenuti feb 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La febbre di Oroya e la verruca peruviana sono infezioni causate dai batteri Gram-negativi Bartonella bacilliformis. La febbre di Oroya si manifesta dopo l'esposizione iniziale; la verruca peruviana si manifesta dopo la guarigione dall'infezione primaria.

Endemiche solo nelle zone montane andine in Colombia, Ecuador e Perù, sia la febbre di Oroya che la verruca peruana vengono trasmesse da uomo a uomo da ditteri del Genere Phlebotomus.

Febbre di Oroya

I sintomi della febbre di Oroya comprendono febbre e anemia marcata, che possono avere un esordio improvviso o asintomatico. L'anemia è principalmente emolitica, ma può verificarsi anche mielosoppressione. Possono manifestarsi anche dolore muscolare e articolare, cefalea intensa e spesso delirium e coma. Può verificarsi una batteriemia sovrapposta da Salmonella o da altri microrganismi coliformi. Nei pazienti non trattati il tasso di mortalità può superare il 50%.

La diagnosi della febbre di Oroya viene confermata dalle emocolture.

Perché la febbre di Oroya è spesso complicata da batteriemia da Salmonella, il cloramfenicolo 500-1000 mg per via orale ogni 6 h per 7 giorni è il trattamento di scelta; ma la resistenza della Salmonella al cloramfenicolo è un problema emergente. Alcuni medici aggiungono un altro antibiotico, generalmente doxiciclina o un beta-lattamico, ma anche trimetoprim/sulfametossazolo, macrolidi e fluorochinoloni sono stati utilizzati con successo.

Verruca peruviana

La verruca peruviana si manifesta con lesioni cutanee multiple che assomigliano fortemente all'angiomatosi bacillare; questi noduli della pelle, rilevati, rossastri, si presentano spesso sugli arti e sul volto. Le lesioni possono persistere per mesi o anni e possono essere accompagnate da dolore e febbre.

La verruca peruviana si diagnostica per la sua obiettività e, a volte, attraverso una biopsia che mostra angiogenesi dermica.

Il trattamento con la maggior parte degli antibiotici provoca remissione, ma le recidive sono frequenti e richiedono un trattamento prolungato.

Il trattamento tipico per la verruca peruviana è rifampicina 10 mg/kg per via orale 1 volta/die per 10-14 gioni o streptomicina 15-20 mg/kg IM 1 volta/die per 10 giorni. Ciprofloxacina 500 mg per via orale 2 volte/die per 7-10 giorni è stata utilizzata con successo, come pure azitromicina, doxiciclina e trimetoprim/sulfametossazol.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE