honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Epatite D

Di

Sonal Kumar

, MD, MPH, Weill Cornell Medical College

Ultima modifica dei contenuti ott 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'epatite D è causata da un virus a RNA difettivo (agente delta) che si può replicare solamente in presenza del virus dell'epatite B. L'infezione da epatite B raramente si configura come coinfezione in corso di epatite B acuta o come superinfezione in corso di epatite cronica sempre di tipo B.

L'epatite D è di solito trasmessa per via parenterale o per contatto mucosale con sangue o fluidi corporei infetti. Gli epatociti infettati contengono le particelle delta rivestite dall'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg).

La prevalenza del virus dell'epatite D varia molto dal punto di vista geografico, con sacche endemiche in diverse nazioni. Gli utilizzatori di droghe per via parenterale sono relativamente ad alto rischio, ma il virus dell'epatite D, contrariamente al virus dell'epatite B, non si è diffuso così ampiamente nella comunità omosessuale.

Sintomatologia

L'infezione da epatite D acuta si manifesta in genere come

Diagnosi

  • Test sierologici

Durante la fase diagnostica iniziale di una epatite acuta, l'epatite virale deve essere differenziata dalle altre patologie che provocano ittero (vedi figura Approccio semplificato a una possibile epatite virale acuta). Se si sospetta un'epatite virale acuta, vengono eseguiti i seguenti esami per lo screening dei virus dell'epatite A, B e C:

  • Ac IgM contro il virus dell'epatite A (IgM anti-epatite A)

  • Antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg)

  • Ac IgM anti-core dell'epatite B (IgM anti-HBc)

  • Anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-epatite C) e la PCR (Polymerase Chain Reaction) dell'epatite C RNA (HCV RNA)

Se i test sierologici per l'epatite B confermano l'infezione e le manifestazioni cliniche sono gravi, deve essere misurato il titolo degli anticorpi anti-epatite D. L'anti-epatite D implica un'infezione attiva. Può non essere rilevabile per settimane dopo la malattia acuta.

Trattamento

  • Terapia di supporto

Nessun trattamento attenua l'epatite acuta virale, compresa l'epatite D. L'alcol deve essere evitato perché può aumentare il danno epatico. Le limitazioni della dieta e dell'attività fisica, compreso il riposo a letto generalmente prescritto, non hanno alcuna base scientifica.

Per l'epatite colestatica, la colestiramina 8 g per via orale 1 o 2 volte/die, può alleviare il prurito.

L'unico farmaco approvato per il trattamento dell'epatite D cronica è l'interferone alfa, sebbene l'interferone alfa pegilato sia probabilmente altrettanto efficace. Si raccomanda il trattamento per 1 anno, anche se non è stato stabilito se i cicli di trattamento più lunghi siano più efficaci. L'epatite D viene trattata anche nell'ambito degli studi clinici.

Prevenzione

Non esistono sostanze utili per l'immunoprofilassi dell'epatite D. Tuttavia, la prevenzione dell'infezione da virus dell'epatite B previene l'infezione da virus dell'epatite D.

Punti chiave

  • L'epatite D si manifesta solo in associazione con l'epatite B.

  • Si deve sospettare l'epatite D in particolare quando i casi di epatite B sono gravi o quando i sintomi di epatite B cronica stanno peggiorando.

  • Trattare e prevenire le infezioni come per l'epatite B.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Feature.AlsoOfInterst.SocialMedia

PARTE SUPERIORE