Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Adenomiosi uterina

Di

Charlie C. Kilpatrick

, MD, MEd, Baylor College of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'adenomiosi uterina è la presenza di ghiandole endometriali e stroma della muscolatura uterina; tende a causare un utero diffusamente aumentato di volume.

Nell'adenomiosi, il tessuto endometriale ectopico tende a indurre un aumento di volume diffuso dell'utero (allargamento globulare dell'utero). L'utero può raddoppiare o triplicare di dimensioni ma generalmente non supera quelle di un utero a 12 settimane di gestazione.

Sintomatologia

I sintomi più frequenti di adenomiosi uterina sono sanguinamento mestruale eccessivo, dismenorrea, e anemia. Può anche comparire dolore pelvico cronico.

I sintomi possono risolversi dopo la menopausa.

Diagnosi

  • Di solito ecografia o RM

L'adenomiosi uterina è suggerita dai sintomi e dall'aumento di volume diffuso dell'utero nelle pazienti senza endometriosi o fibromi. L'ecografia transvaginale e la RM sono comunemente usate per la diagnosi, anche se la diagnosi definitiva richiede l'istologia dopo l'isterectomia.

Trattamento

  • Isterectomia

Il trattamento più efficace per l'adenomiosi uterina è l'isterectomia.

Possono essere tentati trattamenti ormonali simili a quelli usati per il trattamento dell'endometriosi Terapia farmacologica Nell'endometriosi il tessuto endometriale funzionante è impiantato nella pelvi al di fuori della cavità uterina. I sintomi dipendono dalla sede degli impianti e possono comprendere dismenorrea... maggiori informazioni . Può essere tentato il trattamento con contraccettivi orali, ma di solito senza successo. Un dispositivo intrauterino a rilascio di levonorgestrel può aiutare a controllare la dismenorrea e il sanguinamento.

Punti chiave

  • Nell'adenomiosi uterina, l'utero può raddoppiare o triplicare le sue dimensioni.

  • Comunemente causa forti emorragie mestruali, dismenorrea e anemia e può causare dolore pelvico cronico; i sintomi possono risolversi dopo la menopausa.

  • Diagnosticare tramite ecografia transvaginale e/o RM; tuttavia, la diagnosi definitiva richiede l'istologia dopo l'isterectomia.

  • Il trattamento più efficace è l'isterectomia, ma possono essere tentati i trattamenti ormonali (p. es., contraccettivi orali).

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Sindrome premestruale
Quale dei seguenti sintomi del disturbo disforico premestruale differenzia più probabilmente questo disturbo dalla sindrome premestruale?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE