Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Anemia mieloftisica

Di

Evan M. Braunstein

, MD, PhD, Johns Hopkins University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'anemia mieloftisica è un'anemia normocitica normocromica che si sviluppa quando il normale spazio midollare è invaso e sostituito da cellule non ematopoietiche o anomale. Le cause comprendono tumori, disturbi granulomatosi, malattie da accumulo di lipidi e mielofibrosi primaria. La fibrosi del midollo osseo si presenta spesso anche come processo secondario. Può svilupparsi splenomegalia. Caratteristiche modificazioni nel sangue periferico comprendono anisocitosi, poichilocitosi e un elevato numero di precursori dei globuli rossi e dei globuli bianchi. La diagnosi generalmente richiede la biopsia osteomidollare. Il trattamento è sintomatico e comprende misure dirette al trattamento della patologia sottostante.

I termini usati per descrivere questa anemia possono creare disorientamento. La mielofibrosi, che è una sostituzione del tessuto midollare con tessuto fibroblastico, può essere idiopatica (primaria) o secondaria. La mielofibrosi primaria Mielofibrosi primaria La mielofibrosi primaria è una neoplasia cronica, caratterizzata da fibrosi midollare, splenomegalia e anemia con globuli rossi nucleati, a forma di goccia. La diagnosi richiede l'esame del... maggiori informazioni è un difetto della cellula staminale nel quale la fibrosi è secondaria ad altri eventi emopoietici intramidollari. La mielosclerosi consiste nella formazione di nuovo tessuto osseo che talvolta accompagna la mielofibrosi. La metaplasia mieloide si riferisce all'emopoiesi extramidollare in sede epatica, splenica o linfonodale che può accompagnare una mieloftisi dovuta a qualsiasi causa. Un vecchio termine, la metaplasia mieloide agnogenica, indica la mielofibrosi con o senza metaplasia mieloide.

Eziologia dell'anemia mieloftisica

La causa più frequente di anemia mielopatica è

  • Sostituzione del midollo osseo da parte del cancro metastatico

I tumori solitamente coinvolti sono la mammella o la prostata; meno spesso ne sono la causa i tumori dei reni, polmoni, surreni o della tiroide. L'emopoiesi extramidollare tende a essere modesta.

La diminuzione del tessuto emopoietico funzionale a causa dell'infiltrazione del midollo osseo è la principale causa di anemia.

Sintomatologia dell'anemia mieloftisica

La metaplasia mieloide può determinare splenomegalia, in particolare nei pazienti con patologie da accumulo. Nei casi gravi, possono essere presenti i sintomi dell'anemia e del disturbo sottostante. La splenomegalia massiva può provocare pressione addominale, senso di sazietà precoce, cachessia, ipertensione portale Ipertensione portale L'ipertensione portale è un'elevata pressione nella vena porta. È causata in genere dalla cirrosi (nei Paesi sviluppati), dalla schistosomiasi (nelle aree endemiche), o dalle alterazioni vascolari... maggiori informazioni e dolore addominale al quadrante superiore sinistro; può essere presente epatomegalia. L'epatosplenomegalia è rara con la mielofibrosi a causa di neoplasie maligne.

Diagnosi dell'anemia mieloftisica

  • Emocromo con formula, indici dei globuli rossi, conta dei reticolociti e striscio periferico

  • Esame del midollo osseo

L'anemia mieloftisica è sospettata nei pazienti con anemia normocitica, in particolare quando sono presenti splenomegalia o un potenziale tumore sottostante. Se si sospetta l'anemia mieloftisica, deve essere eseguito uno striscio periferico Striscio periferico L'anemia è una diminuzione del numero di globuli rossi (misurato in base alla conta dei globuli rossi, all'ematocrito, o al contenuto di emoglobina dei globuli rossi). Negli uomini, l'anemia... maggiori informazioni Striscio periferico , perché un quadro leucoeritroblastico (cellule mieloidi ed eritroidi immature come mielociti e metamilocociti e normoblasti o altri globuli rossi nucleati) suggerisce un'anemia mieloftisica. L'emopoiesi extramidollare o la distruzione dei sinusoidi midollari causano la liberazione di cellule mieloidi immature e di globuli rossi nucleati nella periferia. Sono presenti anche globuli rossi di forma anomala, generalmente a forma di lacrima (dacrociti).

L'anemia, di solito di grado moderato a severo, è tipicamente normocitica, ma può essere lievemente macrocitica. La morfologia dei globuli rossi può presentare notevoli alterazioni (anisocitosi e poichilocitosi) in dimensione e forma. Il conteggio dei globuli bianchi può variare. La conta piastrinica è spesso bassa e le piastrine sono spesso di grandi dimensioni e di forma bizzarra.

Benché l'esame di sangue periferico possa essere di aiuto, la diagnosi generalmente richiede l'esame del midollo osseo Aspirato e biopsia midollare L'anemia è una diminuzione del numero di globuli rossi (misurato in base alla conta dei globuli rossi, all'ematocrito, o al contenuto di emoglobina dei globuli rossi). Negli uomini, l'anemia... maggiori informazioni  Aspirato e biopsia midollare . Le indicazioni comprendono un quadro leucoeritroblastico e un'inspiegabile splenomegalia. Il midollo può essere difficile da aspirare; di solito è necessaria una biopsia osteomidollare. I risultati variano a seconda della malattia sottostante. L'eritropoiesi è normale o in alcuni casi aumentata. L'emopoiesi può essere presente nella milza e nel fegato.

La RX, se ottenuta accidentalmente, può evidenziare lesioni ossee (mielosclerosi) caratteristiche di una mielofibrosi di lunga data o altre alterazioni ossee (ossia, lesioni osteoblastiche o litiche di un tumore), che suggeriscono la causa dell'anemia.

Trattamento dell'anemia mieloftisica

Punti chiave sull'anemia mieloftisica

  • L'anemia mieloftisica è un'anemia normocitica normocromica che si sviluppa quando il normale spazio midollare è invaso e sostituito da cellule non ematopoietiche o anomale.

  • La causa più frequente è la sostituzione del midollo osseo da cancro metastatico; altre cause comprendono malattie mieloproliferative, malattie granulomatose, e malattie da accumulo di lipidi.

  • Sospettare un'anemia mieloftisica nei pazienti con anemia normocitica e reperti caratteristici sullo striscio periferico, in particolare in quelli con splenomegalia o un disturbo causale noto; confermare con esame del midollo osseo.

  • Trattare la causa e trasfondere quando necessario.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Metti alla prova la tua conoscenza
Eosinofilia
L’eosinofilia è definita come una conta degli eosinofili nel sangue periferico di > 500/mcl. Le cause più comuni di eosinofilia sono i disturbi allergici o atopici. Altre cause includono tumori solidi o ematologici. In quale dei seguenti tumori ematologici è più marcata l’eosinofilia?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE