Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Proptosi

(Esoftalmo)

Di

Christopher J. Brady

, MD, Wilmer Eye Institute, Retina Division, Johns Hopkins University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La proptosi è una protrusione del globo oculare. Esoftalmo significa praticamente la stessa cosa, e questo termine è solitamente utilizzato per descrivere proptosi causata dal morbo di Graves. Disturbi che possono causare cambiamenti nell'aspetto del viso e degli occhi, che somigliano alla proptosi ma non lo sono, comprendono l'ipertiroidismo senza malattia infiltrante degli occhi, il morbo di Cushing, e l'obesità grave.

Eziologia

La causa più frequente negli adulti è il morbo di Graves (vedi tabella Alcune cause di proptosi), che causa edema e infiltrazione linfoide dei tessuti orbitari.

La causa più frequente nei bambini è la cellulite orbitaria.

Tabella
icon

Alcune cause di proptosi

Causa

Reperti suggestivi

Approccio diagnostico

Sintomi oculari: dolore oculare, lacrimazione, secchezza degli occhi, irritazione, fotofobia, ipostenia dei muscoli oculari che causa diplopia, perdita della vista dovuta a compressione del nervo ottico

Sintomi sistemici: palpitazioni, ansia, aumento dell'appetito, perdita di peso, insonnia, gozzo, mixedema pretibiale (vedi Ipertiroidismo)

Prove di funzionalità tiroidea

Talvolta TC o RM

Fistola tra carotide e seno cavernoso o tra dura-madre e seno cavernoso

Esoftalmo pulsante con un soffio orbitale

Angio-RM

Oftalmoplegia, cefalea, ptosi, riduzione dell'acutezza visiva, febbre

TC o RM

Lacrimazione, blefarospasmo, arrossamento

Misura della pressione intraoculare ed esame del fondo eseguito da un oftalmologo

Arrossamento, febbre, dolore, ridotta acuità visiva, movimenti extraoculari alterati o dolorosi

Di solito monolaterale

TC o RM

Tumori orbitali (p. es., linfoma, emangioma, malformazioni vascolari)

Riduzione dell'acuità visiva, diplopia, dolore

RM o TC

Emorragia retrobulbare, sindrome compartimentale orbitale

Riduzione dell'acuità visiva, diplopia, dolore, oftalmoplegia, fattori di rischio

Immediata TC o trattamento basato sul quadro clinico

Meningioma sfeno-orbitale

Dolore, cefalea, difetti del campo visivo, oftalmoplegia

RM o TC

Valutazione

Il tasso di esordio può fornire un indizio per la diagnosi. Un esordio monolaterale improvviso suggerisce un'emorragia intraorbitaria (che può verificarsi dopo un intervento chirurgico, un'iniezione retrobulbare o dei traumi) o un'infiammazione dell'orbita o dei seni paranasali. Un esordio dopo 2-3 settimane suggerisce un'infiammazione cronica o uno pseudotumor orbitario infiammatorio (infiltrazione cellulare non neoplastica e proliferazione); un'insorgenza più lenta suggerisce una neoplasia orbitaria.

Reperti tipici di ipertiroidismo all'esame obiettivo oculare ma non correlati alla malattia infiltrativa oculare comprendono retrazione palpebrale, ritardo nella chiusura palpebrale, infiammazione temporanea della palpebra superiore e fissità dello sguardo. Altri segni comprendono eritema palpebrale e iperemia congiuntivale. L'esposizione prolungata di aree del globo oculare all'aria per più tempo del normale, provoca esseccamento della cornea e può portare a infezioni e ulcere.

Segni d'allarme

I seguenti reperti destano una particolare preoccupazione:

  • Dolore o arrossamento degli occhi

  • Cefalea

  • Deficit del visus

  • Diplopia

  • Febbre

  • Proptosi pulsante

  • Proptosi neonatale

Esami

L'esoftalmo può essere confermato dall'esoftalmometria, che misura la distanza tra l'angolo laterale dell'osso orbitario e la cornea; i valori normali sono < 20 mm nei bianchi e < 22 mm nei neri. Spesso è utile una TC o una RM per confermare la diagnosi e identificare cause strutturali di esoftalmo monolaterale. Quando si sospetta un morbo di Graves, sono indicati gli esami di funzionalità tiroidea.

Trattamento

Nei casi gravi è necessaria una lubrificazione per proteggere la cornea. Quando la lubrificazione non è sufficiente, può essere necessario un intervento chirurgico per fornire una migliore copertura della superficie oculare o per ridurre l'esoftalmo. I corticosteroidi sistemici (p. es., prednisone 1 mg/kg per via orale 1 volta/die per 1 settimana, con dosaggio ridotto 1 mese) sono spesso utili nel controllare l'edema e la congestione orbitaria dovuta a una patologia oculare tiroidea o a uno pseudotumor orbitario infiammatorio. Altri interventi variano in base all'eziologia. L'esoftalmo di Graves non è influenzato dal trattamento della condizione tiroidea, ma può ridursi con il tempo. Le neoplasie devono essere rimosse chirurgicamente. L'embolizzazione selettiva oppure, raramente, procedure di intrappolamento possono essere efficaci nei casi di fistole arterovenose che interessano il seno cavernoso.

Punti chiave

  • La causa più comune di esoftalmo bilaterale negli adulti è la malattia di Graves.

  • Acuta proptosis unilaterale suggerisce infezione o disturbo vascolare (p. es., emorragia, fistole, trombosi del seno cavernoso).

  • La proptosi unilaterale cronica suggerisce la presenza di un tumore.

  • Quando si sospetta il morbo di Graves, eseguire esami di funzionalità tiroidea, TC o RM.

  • Applicare lubrificazione sulla cornea esposta.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Glaucoma
Video
Glaucoma
All'interno dell'occhio ci sono due camere piene di liquido. Il fluido intraoculare, o liquido...
Come eseguire la cantotomia laterale
Video
Come eseguire la cantotomia laterale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE