Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Pericondrite dell'orecchio esterno

Di

Bradley W. Kesser

, MD, University of Virginia School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

La pericondrite dell'orecchio può essere un processo infiammatorio diffuso, non necessariamente infettivo, che causa tumefazione diffusa, arrossamento e dolore del padiglione auricolare, o un ascesso tra la cartilagine e il pericondrio.

Le cause di pericondrite comprendono

Poiché l'apporto nutritizio alla cartilagine è fornito dalla vascolarizzazione del pericondrio, il distacco di quest'ultimo dalla cartilagine su entrambi i lati può portare a necrosi avascolare e conseguente deformità del padiglione auricolare (chiamato orecchio a cavolfiore) nel giro di qualche settimana. Una necrosi settica della cartilagine del padiglione auricolare può anche essere il risultato di un'infezione da bacilli Gram-negativi.

I sintomi comprendono iperemia, edema e dolore del padiglione auricolare. Il decorso della pericondrite può essere asintomatico, ricorrente, persistente e destruente.

Trattamento

  • Terapia antibiotica orale immediata, generalmente con un fluorochinolonico, o a volte con un aminoglicoside associato a una penicillina semisintetica

  • Per un ascesso, incisione e drenaggio immediati

I pazienti con infiammazione diffusa di tutto il padiglione auricolare sono trattati con antibiotici su base empirica (p. es., fluorochinoloni, che hanno una buona penetrazione nella cartilagine) e spesso con un corticosteroide sistemico per i suoi effetti antinfiammatori. Qualsiasi corpo estraneo (p. es., anello, scheggia) deve essere rimosso. Se l'eziologia non è chiaramente infettiva (p. es., un piercing infetto), i pazienti devono essere sottoposti a valutazione reumatologica ( Panoramica sulle vasculiti).

Gli ascessi pericondriali vengono incisi e viene posizionato un drenaggio da lasciare in sede per 24-72 h. Si instaura una terapia antibiotica per via sistemica con un fluorochinolone o un aminoglicoside associato a una penicillina semisintetica. La scelta dell'antibiotico sarà modificata in funzione dell'esito dell'esame colturale e dell'antibiogramma. Gli impacchi caldi possono essere utili. È importante verificare che il pericondrio sia riposizionato ben aderente alla cartilagine al fine di mantenere l'apporto di sangue alla cartilagine stessa e prevenirne la necrosi. Il riposizionamento è assicurato con 1 o 2 di sutura a materassaio transfissi attraverso l'intero spessore del padiglione auricolare, preferibilmente tramite interposizione di cotonoidi dentali su entrambi i lati del padiglione auricolare stesso (1).

Riferimento relativo al trattamento

  • 1. Kesser BW: Assessment and management of chronic otitis externa. Curr Opin Otolaryngol Head Neck Surg 19(5):341-7. 2011.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Impianto cocleare
Video
Impianto cocleare
Quando le onde sonore raggiungono l'orecchio, esse vengono raccolte dall'orecchio esterno...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Orecchio: sezione coronale trasversale
Modello 3D
Orecchio: sezione coronale trasversale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE