Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Otite esterna maligna

(Otite esterna necrotizzante; Osteomielite base cranica)

Di

Bradley W. Kesser

, MD,

  • Professor, Department of Otolaryngology - Head and Neck Surgery
  • University of Virginia School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'otite esterna maligna, altrimenti nota come osteomielite della base cranica o otite esterna necrotizzante, è un'osteomielite dell'osso temporale tipicamente causata da Pseudomonas. Lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina è stato segnalato inoltre come possibile agente eziologico.

Ne sono coinvolti tessuti molli, la cartilagine e l'osso. L'osteomielite si estende lungo la base del cranio e può provocare neuropatie craniche (VII solitamente interessato per primo seguito da IX, X e XI) e può attraversare la linea mediana.

L'otite esterna maligna colpisce principalmente pazienti anziani con diabete o pazienti immunodepressi. Spesso esordisce come otite esterna da Pseudomonas; anche lo Staphylococcus aureusresistente alla meticillina è stato riconosciuto come un possibile agente eziologico. È caratterizzata da otalgia gravativa, severa e persistente (spesso peggiore di notte), otorrea purulenta maleodorante e comparsa di tessuto di granulazione o osso esposto nel condotto uditivo esterno (generalmente in corrispondenza della giunzione tra la porzione ossea e quella cartilaginea del condotto). Può essere presente ipoacusia trasmissiva di vario grado. Nei casi più gravi ne consegue la paralisi del nervo facciale, ed anche la paralisi dei nervi cranici inferiori (IX, X, o XI), ad indicare che questa infezione osteodestruente, potenzialmente fatale, si diffonde lungo la base cranica dal forame stilomastoideo al forame giugulare ed oltre.

Diagnosi

  • TC dell'osso temporale

  • Biopsia

La diagnosi viene suggerita dalla TC ad alta risoluzione dell'osso temporale che può mostrare un'opacizzazione del sistema delle cellularità aerea mastoidea, una radiotrasparenza (demineralizzazione) in alcune aree dell'orecchio medio, e un'erosione ossea. Viene eseguito un esame colturale e soprattutto deve essere eseguita una biopsia del condotto uditivo esterno per differenziare questo disturbo da una neoplasia maligna (p. es., carcinoma squamocellulare).

Trattamento

  • Antibiotici sistemici, tipicamente un fluorochinolonico e/o un'associazione aminoglicoside/penicillina semisintetica

  • preparazioni topiche antibiotici/steroidi (p. es., ciprofloxacina/desametasone)

  • Raramente, una bonifica chirurgica

Il trattamento in genere consiste in 6 settimane di un fluorochinolone coltura-diretto EV (p. es., ciprofloxacina, 400 mg EV ogni 8 h) e/o una penicillina semisintetica (piperacillina-tazobactam o piperacillina)/combinazione di aminoglicosidi (per Pseudomonas resistenti alla ciprofloxacina). Tuttavia, i casi meno impegnativi possono essere trattati con un fluorochinolone orale ad alte dosi (p. es., ciprofloxacina 750 mg per via orale ogni 12 h) in regime ambulatoriale con un attento follow up. Il trattamento comprende anche preparati topici ciprofloxacina/desametasone (p. es., gocce per le orecchie, garze impregnate nel canale) e sbrigliamento seriale. L'ossigeno iperbarico può essere un trattamento aggiuntivo utile, ma il suo ruolo definitivo resta da chiarire. È indicata la valutazione infettivologica al fine di istituire una terapia antibiotica ottimale e la durata appropriata; è utile anche la valutazione endocrinologica per il controllo stretto del diabete. Un interessamento osseo esteso può richiedere un periodo di trattamento prolungato. È necessario perseguire un controllo meticoloso dei valori glicemici. Frequenti sbrigliamenti ambulatoriali sono necessari per rimuovere il tessuto di granulazione e le secrezioni purulente. La chirurgia non è generalmente necessaria, in caso di infezione estesa può essere indicata la bonifica chirurgica per eliminare il tessuto necrotico.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE