Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Panoramica sulle emergenze odontoiatriche

Di

Michael N. Wajdowicz

, DDS,

  • Program Residency Director
  • USAF
  • Professor
  • Uniformed Services University of the Health Sciences

Ultima modifica dei contenuti giu 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Il trattamento odontoiatrico di emergenza da parte di un medico è talvolta necessario quando non sia disponibile un dentista per trattare le seguenti condizioni:

Gli analgesici orali, efficaci per la maggior parte dei problemi dentali, comprendono l'acetaminofene (paracetamolo) 650-1000 mg ogni 6 h e FANS come ibuprofene 400-800 mg ogni 6 h. L'ibuprofene e il paracetamolo possono anche essere utilizzati insieme per un breve periodo, alternando i farmaci ogni 3 h. In caso di dolore intenso, questi farmaci possono essere associati a oppiacei, come codeina 60 mg; idrocodone 5 mg, 7,5 mg o 10 mg; o ossicodone 5 mg.

Gli antibiotici per il trattamento di infezioni dentarie comprendono penicillina VK 500 mg per via orale ogni 6 h e clindamicina 300 mg per via orale ogni 6 h.

Profilassi antibiotica

Per la prevenzione dell'endocardite infettiva, le linee guida dell'American Heart Association del 2017 raccomandano l'uso di antibiotici profilattici in pazienti sottoposti a procedure dentali solo per pazienti con

  • Valvole cardiache protesiche, comprese le protesi con impianto transcatetere o con materiale protesico usato per la riparazione valvolare

  • Precedente endocardite infettiva

  • Malattie cardiache congenite specifiche

  • Destinatari di un trapianto cardiaco con problemi valvolari (valvulopatia)

Per pazienti con protesi articolari, le linee guida dell'American Dental Association 2015 (1) affermano che gli antibiotici profilattici non sono in genere raccomandati ma possono essere presi in considerazione per i pazienti con

  • Stato immunocompromesso

  • Diabete non controllato

  • Infezione articolare passata

  • Posizionamento articolare recente

Le procedure odontoiatriche che richiedono la profilassi sono quelle che richiedono la manipolazione o lo scollamento della mucosa gengivale o orale o che coinvolgono la zona periapicale (ossia, con più probabilità di causare batteriemia). Il farmaco preferito è amoxicillina 2 g per via orale da 30 a 60 minuti prima della procedura. Per coloro che non possono tollerare penicilline, le alternative comprendono clindamicina 600 mg o cefalexina 2 g.

Riferimento del trattamento generale

  • Sollecito TP, Abt E, Lockhart PB, et al: The use of prophylactic antibiotics prior to dental procedures in patients with prosthetic joints: Evidence-based clinical practice guideline for dental practitionersA report of the American Dental Association Council on Scientific Affairs. J Am Dent Assoc 146(1):11-16e8, 2015. doi: 10.1016/j.adaj.2014.11.012.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE