Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Disturbo da alimentazione incontrollata

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa apr 2018| Ultima modifica dei contenuti apr 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Cos’è il disturbo da alimentazione incontrollata?

Il disturbo da alimentazione incontrollata è caratterizzato dal consumo estremamente rapido di grandi quantità di cibo (abbuffata). Quando si mangia, ci si sente incapaci di smettere. Dopo uno di questi episodi, ci si sente molto turbati dal fatto di non essere in grado di controllarsi. Di solito si mangia così tanto da arrivare al sovrappeso.

Il disturbo da alimentazione incontrollata è uguale alla bulimia o all’anoressia nervosa?

No. Il disturbo da alimentazione incontrollata non è uguale agli altri disturbi alimentari, definiti bulimia e anoressia.

  • Bulimia nervosa: il soggetto mangia in modo incontrollato ma dopo si induce il vomito, quindi di solito è normopeso

  • Anoressia nervosa: il soggetto non consuma cibo a sufficienza e talvolta vomita dopo aver mangiato, quindi è troppo magro

  • Disturbo da alimentazione incontrollata: si mangia smodatamente ma non ci si induce il vomito e, di solito, si è in sovrappeso

Chi può avere il disturbo da alimentazione incontrollata?

Il disturbo da alimentazione incontrollata può interessare sia uomini che donne. Il disturbo da alimentazione incontrollata è più comune tra gli uomini rispetto agli altri disturbi alimentari.

I soggetti con disturbo da alimentazione incontrollata sono spesso più anziani rispetto ai soggetti con altri disturbi alimentari.

Quali sono i sintomi del disturbo da alimentazione incontrollata?

  • Mangiare in modo smodato e sentirsi fuori controllo

  • Mangiare fino a sentirsi fastidiosamente sazi

  • Mangiare grosse quantità di cibo senza aver fame

  • Mangiare da soli perché si prova vergogna

  • Avvertire un senso di disgusto, depressione o colpa dopo aver mangiato troppo

In che modo i medici possono stabilire se ho il disturbo da alimentazione incontrollata?

Il medico può stabilire che si soffre di disturbo da alimentazione incontrollata se si mostrano i sintomi e i comportamenti tipici e:

  • Il soggetto riferisce di avere mangiato in modo compulsivo almeno una volta alla settimana per almeno 3 mesi

  • Il soggetto non riesce a controllare quel che mangia

Come viene trattato il disturbo da alimentazione incontrollata?

Il medico può suggerire di:

  • Terapia per aiutare a smettere di alimentarsi smodatamente

  • Programmi per la perdita di peso o farmaci per la perdita di peso per aiutare a controllare il peso

  • Un tipo di farmaco antidepressivo per aiutare a smettere di alimentarsi smodatamente e controllare il peso

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE