Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Spondilite anchilosante

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa apr 2018| Ultima modifica dei contenuti apr 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’artrite comprende un gruppo di malattie che causano dolore, gonfiore e arrossamento delle articolazioni. Esistono molti tipi diversi di artrite.

Che cos’è la spondilite anchilosante?

La spondilite è l’artrite della colonna vertebrale. Anchilosante significa irrigidita. La spondilite anchilosante, pertanto, è un tipo di artrite che causa dolore e irrigidimento della colonna vertebrale.

  • Oltre a colpire la colonna, la spondilite anchilosante causa anche gonfiore, rigidità e dolore a carico delle grandi articolazioni, delle dita delle mani e delle dita dei piedi

  • A volte, colpisce altre parti del corpo come gli occhi, i polmoni e alcuni vasi sanguigni

  • I medici formulano la diagnosi di spondilite anchilosante sulla base dei sintomi e delle radiografie

  • I farmaci possono aiutare a contrastare il dolore e la rigidità

La spondilite anchilosante è 3 volte più diffusa negli uomini che nelle donne. Solitamente, insorge tra i 20 e i 40 anni d’età.

Quali sono le cause della spondilite anchilosante?

I medici non conoscono esattamente le cause della malattia.

È più probabile contrarla se ne è affetto un familiare.

Quali sono i sintomi della spondilite anchilosante?

I sintomi più comuni sono:

  • Mal di schiena che peggiora durante la notte e al mattino

  • Rigidità della schiena al mattino che migliora con l’inizio del movimenti

A volte, l’artrite non colpisce inizialmente la schiena, ma inizia con dolori alle anche, alle ginocchia o alle spalle.

Oltre al dolore alla schiena e al dolore articolare, si possono manifestare sintomi di malessere generalizzato quali:

  • Febbre lieve

  • Sensazione di stanchezza e spossatezza

  • Inappetenza e perdita di peso

Dopo un po’, se i problemi alla schiena peggiorano, si può avere:

  • Una postura con schiena permanentemente china

  • Una colonna rigida e dritta

  • Pressione sui nervi che si dipartono dal midollo spinale che causa intorpidimento, formicolio, dolore e debolezza delle gambe

Inoltre, possono manifestarsi problemi non a carico di schiena o articolazioni. Ad esempio, si possono avere:

  • Irritazione e arrossamento oculare e, a volte, problemi di vista (uveite)

  • Problemi cardiaci che causano dolore toracico, difficoltà respiratorie o alterazioni del ritmo cardiaco

  • Problemi polmonari che causano tosse e difficoltà respiratorie

La maggior parte dei soggetti con spondilite anchilosante sviluppa alcune invalidità, ma è comunque in grado di svolgere una vita normale. In alcune persone, specie coloro che presentano un’estrema rigidità della colonna, la condizione diventa sempre più disabilitante.

Come viene formulata la diagnosi di spondilite anchilosante?

I medici basano la diagnosi di spondilite anchilosante sui sintomi e sull’anamnesi familiare del soggetto, oltre che sulla visita. Inoltre prescrivono alcune analisi:

  • Radiografie per vedere la portata del danno articolare

  • Esami del sangue

Come viene trattata la spondilite anchilosante?

I medici prescrivono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e trattamenti per:

  • Alleviare il dolore alla schiena e alle articolazioni

  • Preservare la mobilità articolare

  • Arrestare o risolvere le variazioni a carico della colonna

  • Aiutare il soggetto a mantenere una postura corretta e a rinforzare i muscoli della schiena

  • Evitare danni agli altri organi

Se si è affetti da una spondilite anchilosante più grave, i medici possono somministrare farmaci biologici. Questi ultimi agiscono sul sistema immunitario per ridurre l’infiammazione.

Se si hanno problemi oculari, ili medico potrebbe prescrivere un collirio.

Oltre ai farmaci, il medico potrebbe consigliare:

  • Fisioterapia ed esercizi giornalieri per rinforzare i muscoli e contrastare la tendenza a piegarsi in avanti e incurvare la schiena

  • Smettere o evitare di fumare

  • Raramente, un intervento chirurgico di artroplastica all’anca se le anche si sono bloccate in una posizione piegata

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE