Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Sindromi convulsive

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa ott 2019| Ultima modifica dei contenuti ott 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Che cos’è una sindrome convulsiva?

Le convulsioni sono cambiamenti nei segnali elettrici del cervello. Una sindrome convulsiva è un problema che causa la comparsa di convulsioni in un soggetto.

Il cervello è composto da cellule nervose che comunicano tra loro attraverso segnali elettrici. Le convulsioni si verificano se troppe cellule nervose inviano segnali contemporaneamente.

Durante una crisi convulsiva, un soggetto può:

  • cadere e iniziare a tremare

  • perdere conoscenza o diventare confuso

Di solito, dopo alcuni minuti le cellule nervose iniziano a comportarsi normalmente e il soggetto ritorna alla normalità.

Chiamare il 112 per assistenza medica di emergenza oppure recarsi immediatamente al pronto soccorso se un soggetto ha una crisi convulsiva che dura più di 5 minuti.

  • Esistono farmaci per aiutare a prevenire le crisi convulsive

  • L’epilessia è un tipo di sindrome convulsiva

  • Nei bambini, a volte la febbre alta a volte può causare convulsioni (convulsioni febbrili).

Cos’è l’epilessia?

L’epilessia è una sindrome convulsiva che causa la comparsa ripetuta di crisi convulsive.

Alcuni soggetti che hanno un attacco convulsivo non ne avranno mai un altro e non soffrono di epilessia. I soggetti epilettici hanno molte crisi, ma il loro numero varia. Alcuni soggetti epilettici hanno solo 1 o 2 crisi all’anno. Altri ne hanno ogni giorno.

Quali sono le cause di una sindrome convulsiva?

Nella maggior parte dei casi la causa delle sindromi convulsive non è nota.

Se la prima crisi convulsiva si manifesta quando si è molto piccoli, la causa in genere è diversa dalla manifestazione della prima crisi da adulti.

Se la prima crisi convulsiva si manifesta prima dei 2 anni d’età, alcune cause comuni sono:

  • Febbre alta

  • Problemi dell’equilibrio chimico dell’organismo, chiamati disturbi metabolici

  • Un difetto congenito del cervello

  • Mancanza di ossigeno durante il parto

  • Uso di alcuni farmaci da parte della madre durante la gravidanza

Se la prima crisi convulsiva si manifesta dopo i 18 anni d’età, alcune cause comuni sono:

  • Tumore cerebrale

  • Cessazione improvvisa di forte consumo di alcolici (astinenza)

Se si ha solo 1 crisi convulsiva, molto spesso è causata da:

  • Farmaci con obbligo di prescrizione

  • Mancanza di sonno

  • Infezione cerebrale (come meningite)

  • Febbre alta

  • Anomalie del battito cardiaco

  • Bassi livelli di ossigeno o di glucosio nel sangue

Le convulsioni possono essere indotte da luci intermittenti o da videogame (epilessia riflessa), ma sono rare.

Cosa succede durante una crisi convulsiva?

Prima di una crisi convulsiva si possono manifestare dei sintomi (detti aura). Si possono notare:

  • Uno strano odore

  • Uno strano sapore

  • Sensazioni di déjà vu (la sensazione che qualcosa che sta accadendo in quel momento sia già accaduto in passato)

  • Sensazione di una crisi convulsiva imminente

Durante una crisi convulsiva, il soggetto non è consapevole di cosa succede e non riesce a parlare o reagire, però continua a respirare.

Durante una crisi convulsiva, il soggetto può:

  • cadere e iniziare a tremare tutto

  • guardare nel vuoto o diventare confuso

  • afflosciarsi e svenire

  • non essere in grado di parlare

  • arcuare la schiena e apparire rigido

  • perdere il controllo della vescica o dell’intestino e urinare o defecare

Talvolta le convulsioni (contrazioni e spasmi muscolari) interessano solo una parte del corpo, come il braccio e la gamba di un lato.

Dopo la crisi convulsiva, il soggetto può sentirsi un po’ confuso per un’ora o due e presentare sintomi quali:

  • mal di testa

  • indolenzimento muscolare

  • sensazione di debolezza e stanchezza estreme

Se la crisi convulsiva si manifesta mentre il soggetto è alla guida di un veicolo o sta salendo su una scala, potrebbe fare male a se stesso o ad altri.

Cosa fa il medico dopo che un soggetto ha avuto una crisi convulsiva?

Il medico adotta strategie differenti a seconda che il soggetto abbia già avuto o meno crisi convulsive in passato. Se ne ha già avute, in genere non sono necessarie molte analisi.

Se si tratta della prima crisi convulsiva, il medico dovrà ricercarne la causa. Il medico visita il soggetto e gli pone molte domande, e in genere esegue analisi quali:

  • Un elettroencefalogramma (EEG), ovvero un esame indolore e sicuro per misurare i segnali elettrici del cervello

  • Esami del sangue o delle urine

  • Un elettrocardiogramma (ECG), ovvero un esame rapido, indolore e sicuro che misura i percorsi elettrici del cuore, oltre alla velocità e andamento dei battiti cardiaci

  • RMI, un esame diagnostico che usa un forte campo magnetico per creare un’immagine dettagliata del cervello

  • Una puntura lombare, se il medico sospetta un’infezione cerebrale

Se il soggetto ha già avuto crisi convulsive in passato e il medico ha già eseguito analisi approfondite, potrebbe non essere necessario eseguire altre analisi. In genere, il medico vuole visitare il soggetto ed eseguire analisi se:

  • La crisi convulsiva è durata più a lungo del solito

  • La crisi convulsiva è stata diversa dal solito

  • Il soggetto non è ritornato alla normalità con la solita velocità

  • Il soggetto ha la febbre

  • Il soggetto si è fatto male

Se il soggetto sta assumendo farmaci per prevenire le convulsioni, il medico di solito esegue un esame del sangue per vedere se è presente una quantità sufficiente di farmaco nel circolo ematico.

La diagnosi di sindrome convulsiva viene posta quando un soggetto ha avuto 2 o più crisi convulsive in momenti diversi.

Come si trattano le sindromi convulsive?

Se il soggetto ha una crisi convulsiva mentre è dal medico o in ospedale, il dottore può:

  • Somministrare dei farmaci in vena (EV) per bloccare la crisi convulsiva, se questa si protrae per oltre 5 minuti

Se il medico riesce a stabilire la causa delle crisi convulsive, ne tratterà la causa.

Per prevenire le crisi convulsive, il medico:

  • Prescrive farmaci anticonvulsivanti da assumere ogni giorno

  • Dice al soggetto di evitare alcolici, droghe e stress, se questi scatenano le crisi convulsive

È molto importante assumere i farmaci anticonvulsivanti attenendosi alla prescrizione del medico. La mancata assunzione dei farmaci è un motivo comune di comparsa di crisi convulsive.

Se il soggetto ha avuto una crisi nei 6 mesi precedenti, generalmente il medico raccomanda di NON:

  • Utilizzare attrezzi elettrici

  • Arrampicare

  • Nuotare

  • Fare il bagno in vasca

  • Guidare un veicolo

Una volta trascorsi 6 mesi senza crisi convulsive, in genere si può riprendere a eseguire queste attività.

Cosa fare quando qualcuno ha le convulsioni?

  • Non farsi prendere dal panico: la maggior parte delle crisi convulsive cessa da sola nel giro di un minuto o due

  • Tenere il soggetto lontano da cose che potrebbero ferirlo (come scale oppure oggetti affilati)

  • Allentare eventuali indumenti stretti attorno al collo del soggetto

  • Ruotare il soggetto da un lato

  • Mettere un cuscino sotto alla testa del soggetto

  • Restare con il soggetto finché la crisi convulsiva non cessa

  • Chiamare un medico

Nonostante quanto si possa aver sentito:

  • NON mettere un cucchiaio o altri oggetti nella bocca del soggetto

  • NON cercare di tenere la lingua del soggetto

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Puntura lombare (rachicentesi)
Video
Puntura lombare (rachicentesi)
Il midollo spinale è un fascio di nervi che vanno dalla base del cervello lungo tutta la schiena...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colonna vertebrale e midollo spinale
Modello 3D
Colonna vertebrale e midollo spinale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE