Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Emicrania

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Che cos’è l’emicrania?

L’emicrania non è semplicemente un brutto mal di testa. Si tratta piuttosto di una tipologia specifica di cefalea. Il dolore può interessare un solo lato della testa o entrambi. Il soggetto può manifestare nausea, vomito e sensibilità particolare a luce, rumori e odori.

  • L’emicrania dura in genere tra 4 ore e vari giorni

  • L’emicrania va e viene e può manifestarsi solo una volta ogni tanto o molte volte al mese

  • L’emicrania spesso inizia durante la povertà o in giovane età adulta, e i verifica meno frequentemente dopo i 50 anni

  • L’emicrania è più comune nelle donne

  • Il soggetto può essere in grado di identificare i fattori che scatenano l’emicrania (come ad esempio il vino rosso) ed evitarli

  • I medici non sono in grado di guarire l’emicrania, ma possono somministrare farmaci per alleviare i sintomi

Qual è la causa dell’emicrania?

L’emicrania si verifica quando le cellule nervose e i vasi sanguigni vengono stimolati e disturbati. I medici non sanno perché ciò accada ad alcuni soggetti, ma non ad altri. Tuttavia, sembra che l’emicrania sia familiare. Quindi se un soggetto ha familiari che soffrono di emicrania hanno più probabilità di manifestarla.

Quali sono i fattori che scatenano l’emicrania?

In chi soffre di emicrania, esistono alcuni fattori scatenanti:

  • Elevati livelli di ormone femminile estrogeno, il che si verifica specialmente durante la pubertà, prima, durante e dopo le mestruazioni, dopo il parto, all’inizio della menopausa o se si assume la pillola anticoncezionale (che contiene estrogeni)

  • Stimolazione eccessiva dei sensi, come luci lampeggianti oppure odori forti

  • Stress

  • Mancanza di sonno

  • Cambiamenti meteorologici

  • Vino rosso

  • Fame, soprattutto quando si saltano i pasti

Quali sono i sintomi dell’emicrania?

Dolore alla testa. Spesso il dolore è pulsante e presente solo su un lato della testa, ma può anche essere continuo e presente su entrambi i lati. Inoltre possono manifestarsi altri sintomi, quali:

  • Il mal di testa peggiora con il movimento, con luci e rumori intensi, e con odori forti

  • Nausea o vomito

  • Difficoltà di concentrazione

L’emicrania non è pericolosa, ma è molto sgradevole. La maggior parte della gene non riesce a svolgere le normali attività durante un’emicrania. Molti devono stare distesi al buio finché l’emicrania non passa.

Segnali d’allarme dell’emicrania

Il soggetto può avere dei sintomi iniziali prima di avere un attacco di emicrania

  • Diminuzione dell’appetito

  • Sensazione di nausea

  • Cambiamenti dell’umore

Circa 1 soggetto con emicrania su 4 manifesta cambiamenti della vista, dell’eloquio o dei movimenti prima di un attacco di emicrania. Tali cambiamenti vengono definiti aura. Alcuni soggetti manifestano l’aura ma non l’emicrania, oppure solo una lieve cefalea. I sintomi di aura possono essere:

  • Visione di luci lampeggianti o di un punto cieco con bordi tremolanti (l’aura più comune)

  • Sensazioni di formicolio lungo un braccio

  • Perdita di equilibrio

  • Debolezza in un braccio o una gamba

  • Difficoltà a parlare

Come fa il medico a stabilire se un soggetto soffre di emicrania?

Il medico basa la diagnosi sui sintomi e sull’esame obiettivo. Quando un soggetto inizia a manifestare emicranie, il medico può fare altri esami, come ad esempio una RMI cerebrale, per escludere altre cause del mal di testa. Una volta stabilito che un soggetto soffre di emicrania, il medico fa esami solo se il mal di testa è diverso dall’emicrania abituale. Un tipo diverso di cefalea, infatti, potrebbe implicare un problema diverso.

Qual è il trattamento per l’emicrania?

Se il soggetto presenta un’emicrania da lieve a moderata, il medico ordina:

  • Antidolorifici come paracetamolo, ibuprofene o aspirina

  • Farmaci contro la nausea, che alleviano sia la nausea sia la cefalea

Il medico potrebbe consigliare al soggetto di distendersi in una stanza buia e tranquilla e cercare di dormire. L’emicrania spesso scompare durante il sonno.

In presenza di un’emicrania grave, il medico può prescrivere:

  • Farmaci detti triptani, che funzionano al meglio se somministrati quanto prima

  • Farmaci antinausea iniettati in vena (alcuni farmaci alleviano sia la nausea sia la cefalea)

  • Fluidi per via endovenosa se il soggetto è disidratato (ovvero non ha abbastanza acqua nell’organismo) a causa del vomito

Se l’emicrania si manifesta frequentemente, il medico potrebbe chiedere al soggetto di tenere un diario dell’emicrania in cui annotare quando si manifesta l’emicrania, cosa l’ha scatenata e il trattamento utilizzato, in modo da ricercare un andamento tipico.

Come si può prevenire l’emicrania?

Il medico può prescrivere un farmaco per prevenire l’emicrania se:

  • Il soggetto ha emicranie molto frequenti che nessun antidolorifico riesce ad alleviare

  • Il soggetto ha emicranie molto intense che gli impediscono di svolgere le attività quotidiane

Altre misure utili:

  • Attività che aiutano a rilassarsi e abbassare il livello di stress

  • Evitare i fattori scatenanti dell’emicrania

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Puntura lombare (rachicentesi)
Video
Puntura lombare (rachicentesi)
Il midollo spinale è un fascio di nervi che vanno dalla base del cervello lungo tutta la schiena...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colonna vertebrale e midollo spinale
Modello 3D
Colonna vertebrale e midollo spinale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE