Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Membrane esofagee

(sindrome di Plummer-Vinson; sindrome di Paterson-Kelly; disfagia sideropenica)

Di

Kristle Lee Lynch

, MD, Perelman School of Medicine at The University of Pennsylvania

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Le membrane esofagee sono sottili reticoli che si sviluppano all’interno della parte superiore dell’esofago e causano difficoltà di deglutizione (disfagia).

L’esofago è un tubo cavo che unisce la gola (faringe) allo stomaco.

Sebbene rare, le membrane esofagee possono verificarsi più spesso nei soggetti che presentano anemia da carenza di ferro grave. Il motivo per cui l’anemia sia associata allo sviluppo delle membrane non è noto. Le membrane nel tratto superiore dell’esofago spesso rendono difficile la deglutizione dei cibi solidi.

La radiografia con bolo baritato è solitamente la migliore procedura per diagnosticare il disturbo. In questa procedura il paziente assume un liquido contenente bario prima della registrazione delle radiografie. Il bario evidenzia l’esofago, agevolando la visualizzazione di eventuali anomalie.

Una volta trattata la carenza di ferro, di solito le membrane scompaiono. In caso contrario, il medico può provocarne rottura mediante l’impiego di un dilatatore o un endoscopio.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Endoscopia con videocapsula
Video
Endoscopia con videocapsula
L’intestino tenue fa parte del tratto gastrointestinale (tratto GI). Ha una lunghezza di circa...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colite ulcerosa
Modello 3D
Colite ulcerosa

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE