Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Anello esofageo inferiore

(anello di Schatzki; anello B)

Di

Kristle Lee Lynch

, MD, Perelman School of Medicine at The University of Pennsylvania

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’anello esofageo inferiore produce una stenosi dell’esofago inferiore ed è più probabilmente presente alla nascita.

L’esofago è un tubo cavo che unisce la gola (faringe) allo stomaco. (Vedere anche Panoramica sulle ostruzioni esofagee.)

Alcuni anelli esofagei inferiori possono essere dovuti a infiammazione dell’esofago a causa del reflusso acido o a compresse non ingerite completamente (esofagite erosiva).

Di norma, l’esofago inferiore presenta un diametro di circa 2 centimetri, ma può essere ristretto fino a circa 1,25 centimetri o meno da un anello tissutale rigido, che può causare difficoltà nella deglutizione dei cibi solidi. Questo sintomo può insorgere a qualsiasi età ma solitamente si manifesta dopo i 25 anni. La difficoltà di deglutizione (disfagia) è discontinua ed è aggravata soprattutto da carne e pane secco.

Spesso l’anello viene individuato quando il medico esamina l’esofago con una sonda flessibile (endoscopia) per ricercare i motivi della difficoltà di deglutizione. Anche le radiografie con bolo baritato evidenziano l’anello. Questo esame consiste nel far assumere al paziente bario contenuto in un liquido prima della registrazione delle radiografie. Il bario evidenzia l’esofago, agevolando la visualizzazione di eventuali anomalie.

Solitamente i sintomi possono essere prevenuti masticando a fondo i cibi e bevendo un po’ d’acqua a sorsi. Il medico può correggere il restringimento inserendo un endoscopio (una sonda di esplorazione flessibile) attraverso bocca, gola ed esofago o può allargare il passaggio utilizzando uno strumento dalla punta smussata (dilatatore). In rari casi l’anello costrittivo viene allargato mediante un intervento chirurgico.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Endoscopia con videocapsula
Video
Endoscopia con videocapsula
L’intestino tenue fa parte del tratto gastrointestinale (tratto GI). Ha una lunghezza di circa...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Colite ulcerosa
Modello 3D
Colite ulcerosa

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE