Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Retrazione gengivale

Di

James T. Ubertalli

, DMD, Hingham, MA

Ultima revisione/verifica completa giu 2019| Ultima modifica dei contenuti giu 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La retrazione gengivale è la perdita di tessuto gengivale dalla base del dente con esposizione della radice dentale.

La retrazione di solito si osserva in tessuto gengivale sottile e delicato o in risposta a uno spazzolamento troppo energico o a dentifrici aggressivi, come quelli per la sbiancatura e il controllo del tartaro. Può anche derivare da lesioni o, spesso, dal naturale processo di invecchiamento. La maggior parte delle persone presenta lievi retrazioni.

La retrazione può rendere i denti molto sensibili al freddo, ai cibi dolci o al tocco. Può essere accompagnata da perdita ossea e può indurre una maggiore predisposizione alla carie radicolare.

Trattamento

  • Desensibilizzazione dentifrici per denti sensibili

  • Tecniche di spazzolamento speciali

  • Talvolta un intervento di innesto

Il trattamento della retrazione gengivale è necessario quando le gengive o i denti perdono la spessa banda di tessuto che aiuta a proteggere l‘osso sottostante. Il trattamento è necessario anche in caso di accumulo e difficoltà di rimozione della placca (una sostanza simile a una pellicola composta principalmente da batteri) che determina gonfiore gengivale.

Per le persone con lieve retrazione o sensibilità, il dentista può applicare una sostanza che rende i denti meno sensibili. Suggerirà anche l’uso di un dentifricio desensibilizzante o di un altro dentifricio delicato che non contenga i forti abrasivi presenti nei comuni dentifrici antitartaro o sbiancanti. Inoltre, raccomanderà l’utilizzo di uno spazzolino a setole morbide e di una speciale tecnica di spazzolamento che aiuta a pulire i denti sulla linea gengivale. La tecnica consiste nel muovere delicatamente le setole avanti e indietro con un’angolazione di 45 gradi rispetto ai denti. Queste misure aiutano a non far peggiorare la retrazione ma non la curano.

Per le persone con retrazione grave, la procedura prevede un innesto, in cui tessuto molle prelevato dal palato o ottenuto da tessuto cutaneo di donatori trattato commercialmente viene suturato sulla zona interessata.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE