Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Biologia dei vasi sanguigni

Di

Jessica I. Gupta

, MD, Michigan Medicine at the University of Michigan;


Michael J. Shea

, MD, Michigan Medicine at the University of Michigan

Ultima revisione/verifica completa apr 2019| Ultima modifica dei contenuti apr 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

I vasi sanguigni consistono di

  • Arterie

  • Arteriole

  • Capillari

  • Venule

  • Vene

Il sangue scorre attraverso questi vasi.

Vasi sanguigni: flusso sanguigno

Il sangue scorre dal cuore nelle arterie, le quali si ramificano in vasi sempre più piccoli, che infine assumono carattere di arteriole. Le arteriole sono collegate a vasi ancora minori detti capillari. Le pareti sottili dei capillari permettono all’ossigeno e alle sostanze nutritive di passare dal sangue ai tessuti, e ai prodotti di scarto di passare dai tessuti al sangue. Dai capillari, il sangue passa nelle venule, quindi nelle vene per tornare al cuore.

Le arterie e le arteriole presentano pareti muscolari relativamente spesse perché la pressione arteriosa al loro interno è alta e perché devono adattare il proprio diametro per mantenere la pressione e controllare il flusso sanguigno. Le vene e le venule presentano pareti molto più sottili, e sono meno muscolari rispetto alle arterie e alle arteriole, principalmente perché la pressione al loro interno è molto inferiore. Le vene possono dilatarsi per accogliere un maggior volume di sangue.

Vasi sanguigni: flusso sanguigno

Se un vaso sanguigno si rompe, si lacera o viene tagliato, il sangue fuoriesce causando un sanguinamento. Il sangue può fuoriuscire dal corpo (emorragia esterna) oppure fluire negli spazi intorno agli organi o direttamente all’interno di essi (emorragia interna).

Arterie e arteriole

Esso viene trasportato fuori dal cuore passando attraverso le arterie che, essendo forti, flessibili ed elastiche, resistono alle pressioni sanguigne più elevate. Data la loro elasticità, i vasi si restringono (riavvolgono) passivamente quando il cuore si rilassa tra due contrazioni e, di conseguenza, aiutano a mantenere costante la pressione arteriosa Controllo della pressione arteriosa da parte dell’organismo maggiori informazioni . Le arterie si ramificano in vasi sempre più piccoli, prendendo, infine, la forma di vasi molto piccoli denominati arteriole. Le arterie e le arteriole presentano pareti muscolari che possono modificare il diametro del vaso per aumentare e diminuire il flusso ematico verso una determinata zona dell’organismo.

Capillari

I capillari sono piccolissimi vasi dotati di pareti estremamente sottili; essi fungono da ponte tra le arterie (che trasportano il sangue fuori dal cuore) e le vene (che riportano il sangue al cuore). Le pareti sottili dei capillari permettono all’ossigeno e alle sostanze nutritive di passare dal sangue ai tessuti, e ai prodotti di scarto di passare dai tessuti al sangue.

Venule e vene

Il sangue passa dai capillari a vene molto piccole denominate venule e quindi a vene più grandi che lo riconducono al cuore. Le vene presentano pareti molto più sottili rispetto alle arterie, soprattutto perché la pressione al loro interno è molto più bassa. Le vene possono allargarsi (dilatarsi) man mano che aumenta la quantità di liquido al loro interno. Alcune vene, soprattutto quelle delle gambe, sono dotate di valvole utili a evitare il reflusso sanguigno. Quando queste valvole sono insufficienti, il reflusso sanguigno può dilatare le vene che diventano allungate e convolute (tortuose). Le vene dilatate e tortuose localizzate in prossimità della superficie corporea sono dette vene varicose Vene varicose Le vene varicose sono vene superficiali delle gambe troppo dilatate. Possono provocare dolore, prurito o una sensazione di stanchezza. La diagnosi si pone con la valutazione da parte del medico... maggiori informazioni Vene varicose .

Vasi sanguigni e linfonodi

Vasi sanguigni e linfonodi
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Panoramica sui tumori cardiaci
Quale dei seguenti è il tumore maligno del cuore più comune?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE