Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Edema polmonare da immersione

(Edema polmonare indotto da nuoto)

Di

Richard E. Moon

, MD,

  • Duke University Medical Center

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'edema polmonare da immersione ha un esordio improvviso rispetto a un edema polmonare e si verifica in genere precocemente durante un'immersione in profondità.

L'edema polmonare da immersione è diventato più frequente nel corso degli ultimi 20 anni. Un funzionamento diastolico o sistolico anomalo del ventricolo sinistro può contribuire. L'edema polmonare da immersione non è legato al barotrauma polmonare o alla malattia da decompressione. I fattori di rischio comprendono esposizione all'acqua fredda, anamnesi positiva di ipertensione, patologie polmonari e altre patologie cardiache che potrebbero contribuire ad aumentare la pressione telediastolica ventricolare sinistra (comprese le valvulopatie e la cardiomiopatia). Questa sindrome si verifica nei subacquei e soprattutto nei nuotatori agonistici in acque aperte.

Insorgenza di grave dispnea. I sub emergendo rapidamente presentano tosse, espettorato schiumoso, crepitii sparsi in entrambi i campi polmonari, e talvolta cianosi. L'ipossia è spesso presente.

La RX torace può mostrare il tipico aspetto dell'edema polmonare. La valutazione cardiaca di solito mostra una normale funzione ventricolare destra e sinistra e arterie coronarie normali, ma sono state segnalate anomalie del movimento della parete, disfunzione valvolare e cardiomiopatie. La disfunzione diastolica può essere documentata tramite ecocardiografie seriate.

La somministrazione di ossigeno per trattare l'ipossiemia e, talvolta, i beta-2-agonisti per via inalatoria sono in genere sufficienti per consentire la risoluzione dell'edema polmonare da immersione. I diuretici sono raramente necessari. La ventilazione meccanica potrebbe essere necessaria per i casi gravi. La terapia iperbarica non è indicata.

Prevenzione

Gli sforzi di prevenzione mirano a identificare le persone ad alto rischio. Gli individui che hanno sperimentato un edema polmonare da immersione devono essere sottoposti a screening per condizioni predisponenti come ipertensione, cardiopatia valvolare, cardiomiopatia e disturbi polmonari. Si deve prendere in considerazione una coronaropatia silente negli individui a rischio.

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE