Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Problemi di comportamento negli adolescenti

Di

Sharon Levy

, MD, MPH, Harvard Medical School

Ultima modifica dei contenuti gen 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'adolescenza è un periodo per lo sviluppo dell'indipendenza. In genere, gli adolescenti esercitano la loro indipendenza, mettendo in discussione le regole dei loro genitori, che a volte può portare alla rottura. I genitori e gli operatori sanitari devono distinguere gli errori occasionali di giudizio da un grado di cattiva condotta che richiede l'intervento professionale. La gravità e la frequenza delle infrazioni fanno da guida. Per esempio, il continuo ubriacarsi e le assenze ingiustificate o i furti sono molto più significativi degli episodi isolati delle stesse attività. I segnali di pericolo che suggeriscono che i comportamenti dirompenti stanno compromettendo il funzionamento comprendono il deterioramento delle prestazioni a scuola e la fuga da casa. Di particolare interesse sono gli adolescenti che procurano gravi lesioni o usare un'arma in uno scontro.

Poiché gli adolescenti sono molto più indipendenti e in movimento di quanto non lo fossero da bambini, sono spesso fuori dal controllo fisico diretto degli adulti. In queste circostanze, il comportamento degli adolescenti è determinato dal loro codice morale e comportamentale. I genitori guidano piuttosto che controllare direttamente le azioni dei loro figli. Gli adolescenti che si sentono il calore e il sostegno da parte dei genitori sono meno soggetti a comportamenti a rischio, come lo sono quelli i cui genitori trasmettono chiare aspettative per quanto riguarda il comportamento dei loro figli e mostrano monitoraggio e coerente impostazione dei limiti.

La genitorialità autorevole è uno stile genitoriale in cui i bambini partecipano a stabilire le aspettative e le regole della famiglia. Questo stile genitoriale, al contrario di quello duro o permissiva, è in grado di promuovere più facilmente comportamenti maturi.

I genitori autorevoli utilizzano in genere un sistema di privilegi graduati, in cui inizialmente vengono dati agli adolescenti piccoli frammenti di responsabilità e libertà (p. es., prendersi cura di un animale domestico, eseguire le faccende domestiche, comprare l'abbigliamento, decorare la loro camera, gestire un assegno, andare agli eventi sociali con gli amici, guidare). Se gli adolescenti sanno gestire bene queste responsabilità per un certo periodo di tempo, vengono concessi maggiori privilegi. Al contrario, una scarsa capacità di giudizio o la mancanza di responsabilità portano alla perdita dei privilegi. Ogni nuovo privilegio richiede un attento monitoraggio da parte dei genitori per assicurarsi che gli adolescenti rispettino le regole concordate.

Alcuni genitori ed i loro ragazzi si scontrano su quasi tutto. In queste situazioni, il problema centrale è davvero il controllo. Gli adolescenti vogliono avere il controllo della propria vita, ma i genitori non sono pronti a rinunciare a quel controllo. In queste situazioni, tutti potrebbero beneficiare dal fatto che i genitori scelgano le loro battaglie focalizzando i loro sforzi sulle azioni dell'adolescente (p. es., che frequenti la scuola e che rispetti le responsabilità domestiche) piuttosto che sulle espressioni (p. es., il vestito, l'acconciatura, e l'intrattenimento preferito).

Gli adolescenti il cui comportamento è pericoloso o altrimenti inaccettabile, nonostante gli sforzi dei loro genitori possono avere bisogno di un intervento professionale. I disturbi da uso di sostanze innescano facilmente problemi comportamentali e richiedono un trattamento specifico. Problemi comportamentali possono anche essere sintomo di difficoltà di apprendimento, depressione o altri disturbi di salute mentale. Tali disturbi tipicamente richiedono un trattamento con farmaci e anche una consulenza. Se i genitori non sono in grado di limitare i comportamenti pericolosi dei loro figli, potrebbero chiedere aiuto al sistema giudiziario ed avere l'assegnazione di un addetto alla sorveglianza che può aiutarli a far rispettare le ragionevoli regole della famiglia.

Disturbi specifici del comportamento

Disturbi disintegrativi del comportamento sono comuni durante l'adolescenza.

Il deficit di attenzione/iperattività è il più comune disturbo di salute mentale dell'infanzia e spesso persiste nell'adolescenza e nell'età adulta. Un tempo pensato come "fastidioso" disturbo dell'infanzia, la ricerca ha dimostrato scarsi risultati funzionali a lungo termine nei bambini con diagnosi di deficit di attenzione/iperattività, rispetto ai loro coetanei. La terapia farmacologica e comportamentale possono migliorare i risultati. I medici devono continuare a trattare e monitorare i pazienti adolescenti con diagnosi di deficit di attenzione/iperattività nell'infanzia. Sebbene i disturbi da uso di sostanze siano più frequenti tra le persone con deficit di attenzione/iperattività, il trattamento con stimolanti non sembra aumentare il rischio di sviluppare un disturbo da uso di sostanze e potrebbe persino ridurlo.

I medici sono attenti nel fare cautamente diagnosi di deficit di attenzione/iperattività prima di iniziare il trattamento a causa di altre condizioni, come la depressione o le difficoltà di apprendimento, che possono manifestarsi in primo luogo con i sintomi di disattenzione ed imitando il disturbo da deficit di attenzione/iperattività. In alcuni casi, un adolescente può lamentare sintomi di disattenzione, nel tentativo di ottenere una prescrizione di stimolanti, sia per essere usati come un aiuto nello studio o per scopo ricreativo. A causa dell'elevato e potenziale abuso e dipendenza, gli stimolanti devono essere prescritti solo dopo che sia stata confermata una diagnosi di deficit di attenzione/iperattività.

Altri comuni problemi comportamentali dell'infanzia includono il disturbo oppositivo provocatorio e il disturbo della condotta. Queste condizioni sono in genere trattate con la psicoterapia nel bambino e con consigli e supporto per i genitori.

Violenza

I bambini a volte si imbattono in scontri fisici e bullismo. Durante l'adolescenza, la frequenza e la gravità dei comportamenti violenti possono aumentare. Sebbene gli episodi di violenza a scuola siano molto pubblicizzati, gli adolescenti hanno molte più probabilità di essere coinvolti in episodi di violenza (o in genere in caso di minaccia di violenza) a casa e al di fuori della scuola. Molti fattori contribuiscono all'aumento del rischio di violenza negli adolescenti, tra cui

  • Problemi relativi allo sviluppo

  • Appartenenza a una gang

  • Libero accesso alle armi da fuoco

  • Uso di sostanze

  • Povertà

Ci sono poche evidenze che suggeriscono una relazione tra la violenza e difetti genetici o anomalie cromosomiche.

L'appartenenza a una banda è stata associata a un comportamento violento. Le bande giovanili sono gruppi autocreatisi costituiti da 3 o più membri, tipicamente di età compresa tra i 13 e i 24 anni. Le bande adottano usualmente un nome e dei simboli identificativi, così come uno stile particolare negli indumenti, l'uso di alcuni gesti oppure graffiti. Alcune bande richiedono agli aspiranti membri di eseguire azioni violente prima che venga garantito loro l'accesso.

La prevenzione della violenza inizia nella prima infanzia con la libera disciplina dalla violenza. Limitare l'esposizione alla violenza attraverso i media e videogiochi può anche aiutare, perché l'esposizione a queste immagini di violenza ha dimostrato di desensibilizzare i bambini alla violenza e far loro accettare la violenza come parte della loro vita. I bambini in età scolare devono avere accesso a un ambiente scolastico sicuro. I bambini più grandi e gli adolescenti non devono avere accesso incontrollato alle armi e bisognerebbe insegnare loro ad evitare le situazioni ad alto rischio (come luoghi o situazioni dove altri hanno armi oppure assumono alcol o droghe) e utilizzare strategie per attenuare situazioni di tensione.

Tutte le vittime di violenza di una gang devono essere incoraggiate a parlare con i genitori, con gli insegnanti, e anche con il loro medico circa i problemi che stanno vivendo.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE