Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Cachessia nel cancro

Di

Robert Peter Gale

, MD, PhD, Imperial College London

Ultima modifica dei contenuti lug 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La cachessia rappresenta la perdita sia di tessuto adiposo che di muscolo scheletrico. Si verifica in molte condizioni ed è frequente con molti tumori quando la remissione o il loro controllo falliscono. Alcuni tumori, soprattutto il cancro al pancreas e il cancro gastrico, causano grave cachessia. I pazienti affetti possono perdere dal 10 al 20% del loro peso corporeo. Gli uomini tendono verso la cachessia peggiore a causa del cancro rispetto alle donne. Né la dimensione tumorale né l'estensione di malattia metastatica predicono il grado di cachessia. La cachessia è associata ad una ridotta risposta alla chemioterapia, (vedi anche Panoramica della terapia del cancro), a uno scarso performance status e a un aumento della mortalità.

La principale causa di cachessia non è rappresentata dall'anoressia o dal diminuito apporto calorico. Piuttosto, questo complesso disturbo metabolico comporta un aumento del catabolismo tissutale; la sintesi di proteine è diminuita, mentre la loro degradazione risulta aumentata. La cachessia è mediata da alcune citochine, soprattutto il TNF-alfa, l'IL-1b, e l'IL-6, che sono prodotti da parte delle cellule tumorali e dalle cellule dell'ospite nella massa tissutale. Anche la via dell'adenosina trifosfato(ATP)-ubiquitina-proteasi ha un suo ruolo.

La cachessia è facilmente riconoscibile, prima di tutto per il riscontro di perdita di peso, che è più evidente con una riduzione della massa del muscolo temporale sul viso (facies ippocratica). La perdita di grasso sottocutaneo aumenta il rischio di ulcere da pressione nelle sedi delle prominenze ossee.

Trattamento

La terapia consiste nel trattamento della neoplasia. Se il cancro può essere controllato o guarito, la cachessia si risolve.

L'integrazione calorica supplementare non risolve la cachessia. Qualsiasi aumento di peso è generalmente minimo ed è più facile che coinvolga il tessuto adiposo piuttosto che quello muscolare. Né la funzione né la prognosi sono migliorate. Pertanto, nella maggior parte dei pazienti con cancro e cachessia, non è raccomandata un'elevata supplementazione di calorie. La nutrizione parenterale non è indicata eccetto in situazioni dove l'alimentazione orale di una quantità adeguata di nutrienti non sia più possibile.

Tuttavia, altri trattamenti possono attenuare la cachessia e migliorare lo status funzionale del paziente. I corticosteroidi aumentano l'appetito e possono incrementare il senso di benessere ma sono piuttosto inefficaci nell'aumentare il peso corporeo. Analogamente, i cannabinoidi (marijuana, dronabinolo) incrementano l'appetito ma non il peso. I progestinici, quale il megestrolo acetato 40 mg per via orale 2 volte/die o 3 volte/die, possono aumentare sia l'appetito che il peso corporeo. Farmaci in grado di alterare la produzione di citochine e i loro effetti sono in corso di studio.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sul recettore ADP
Video
Panoramica sul recettore ADP
I recettori dell'adenosina difosfato sono proteine integrali incorporate in una membrana piastrinica...
Biopsia del midollo osseo
Video
Biopsia del midollo osseo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE