Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Corpi mobili

Di

Christopher J. Brady

, MD, Wilmer Eye Institute, Retina Division, Johns Hopkins University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

I corpi mobili sono opacità che si muovono all'interno del campo visivo e non corrispondono a oggetti visivi esterni.

Fisiopatologia

Con l'invecchiamento, il vitreo può contrarsi e separarsi dalla retina. L'età nella quale si verifica questa alterazione varia ma in genere è compresa tra i 50 e i 75 anni. Durante questa separazione, il vitreo può esercitare in modo intermittente una trazione sulla retina. La trazione meccanica stimola la retina, che invia un segnale che viene percepito dal cervello e interpretato come luce. La separazione completa del vitreo porta a un aumento dei corpi mobili, che può durare per anni.

Tuttavia, la trazione sulla retina può creare un foro (strappo retinico), e se il liquido si diffonde dietro lo strappo, la retina può staccarsi. Un distacco di retina può anche essere causato da altri fattori (p. es., traumi, disturbi primari della retina). Lampi di luce simili a fulmini, frequenti nel distacco di retina, sono detti fotopsie. Le fotopsie possono anche comparire quando si strofinano gli occhi o quando ci si guarda attorno dopo essersi svegliati.

Eziologia

La causa più frequente di corpi mobili nel vitreo è

  • Contrazione idiopatica nell'umor vitreo

Cause meno frequenti sono elencate nella tabella Alcune cause di corpi mobili.

Cause rare di corpi mobili comprendono tumori intraoculari (p. es., linfoma) e vitreite (infiammazione del vitreo). Corpi estranei intraoculari possono causare corpi mobili, ma in genere si manifestano con altri sintomi, come perdita della vista, dolore oculare o arrossamento.

Tabella
icon

Alcune cause di corpi mobili

Causa

Reperti suggestivi*

Approccio diagnostico

Patologie benigne

Corpi mobili idiopatici del vitreo

Lievi corpi mobili stabili che entrano nel campo visivo in modo intermittente e si spostano con i movimenti dell'occhio

Spesso a forma di cellule o filamenti

Traslucidi

Possono essere individuati soprattutto in certe condizioni di luminosità (p. es., alla luce del sole)

Visione normale

Possono comparire in entrambi gli occhi, benché non in modo sincrono

Esame obiettivo oculare normale

Valutazione clinica

Gravi patologie di vitreo e retina

Improvvisa, spontanea cascata continua di flash luminosi (fotopsie)

Cortina di perdita di visione che si sposta attraverso il campo visivo, difetto del campo visivo (di solito periferico)

Esame obiettivo retinico alterato (p. es., la retina distaccata appare come un pallido paracadute rigonfio)

Possibili fattori di rischio (p. es., trauma recente, intervento chirurgico agli occhi, miopia grave)

Oftalmoscopia indiretta da parte di un oftalmologo dopo la dilatazione pupillare

Strappo della retina

Fotopsie spontanee e improvvise

Può verificarsi alla periferia della retina e può essere visibile solo all'oftalmoscopia indiretta

Oftalmoscopia indiretta da parte di un oftalmologo dopo la dilatazione pupillare

Distacco del vitreo

Improvviso aumento di corpi mobili unilaterali in pazienti con età media di 50-75 anni

Corpi mobili simili a ragnatele

Un grande corpo mobile che entra ed esce dalla visione centrale

Fotopsie spontanee

Oftalmoscopia indiretta da parte di un oftalmologo dopo la dilatazione pupillare

Emorragia del vitreo

Anamnesi di retinopatia diabetica proliferativa o trauma

Perdita della vista che può interessare l'intero campo visivo

Perdita del riflesso rosso

Oftalmoscopia indiretta da parte di un oftalmologo dopo la dilatazione pupillare

Infiammazione vitreale (p. es., cytomegalovirus, corioretinite fungina o da Toxoplasma)

Dolore

Perdita dell'acutezza visiva

Perdita della vista che coinvolge l'intero campo visivo

Lesioni retiniche (a volte cotton-like) che non corrispondono a un territorio arterioso o venoso

Fattori di rischio (p. es., AIDS, uso di droghe iniettabili)

Riduzione del riflesso rosso

Può essere bilaterale

Valutazione ed esami come consigliato dall'oftalmologo, in base alla causa sospettata

Patologie non oculari

Emicrania oculare

Luci lampeggianti bilaterali, sincrone, spesso zigzaganti sul campo periferico per 10-20 min

Possibile offuscamento della visione centrale

Possibile cefalea dopo i sintomi visivi

Possibile anamnesi di emicrania

Valutazione clinica

*Monolaterale se non diversamente specificato.

Valutazione

L'obiettivo più importante è identificare delle patologie vitreali e retiniche gravi. Se queste patologie non possono essere escluse, i pazienti devono essere esaminati da un oftalmologo usando un oftalmoscopio indiretto dopo la dilatazione pupillare. Anche riconoscere un'emicrania oculare è utile.

Anamnesi

L'anamnesi della malattia attuale deve accertare l'esordio e la durata dei sintomi e la forma e il volume dei corpi mobili, così come se sono monolaterali o bilaterali, e se sono stati preceduti da un trauma. Il paziente deve cercare di distinguere corpi mobili da lampi di luce simili a fulmini (come nelle fotopsie) o linee frastagliate in tutto il campo visivo (come nell'emicrania). Importanti sintomi associati comprendono la perdita della visione (e la sua distribuzione nel campo visivo) e il dolore oculare.

La rassegna dei sistemi deve ricercare i sintomi di possibili cause, come per esempio mal di testa (emicrania oculare) e arrossamento dell'occhio (infiammazione vitreale).

L'anamnesi patologica remota deve porre l'attenzione sul diabete (tra cui la retinopatia diabetica), l'emicrania, la chirurgia dell'occhio, la miopia grave, l'uso di droghe iniettabili, e qualsiasi disturbo che potrebbe influenzare il sistema immunitario (p. es., AIDS).

Esame obiettivo

L'esame degli occhi deve essere ragionevolmente completo. Si misura l'acuità visiva migliore con correzione. Gli occhi sono ispezionati ricercando arrossamento. I campi visivi sono valutati in tutti i pazienti. Tuttavia, il riconoscimento di difetti del campo visivo mediante un esame è molto poco sensibile, quindi l'incapacità di mostrare un tale difetto non è la prova che il paziente abbia un campo visivo normale. Si esaminano movimenti extraoculari e risposte pupillari alla luce. Se i pazienti mostrano un arrossamento o dolore oculare, si esaminano le cornee sotto ingrandimento dopo colorazione con fluoresceina, e se possibile si esegue un esame con lampada a fessura. Si misura la pressione oculare (tonometria).

L'oftalmoscopia è la parte più importante dell'esame; viene eseguita dopo aver dilatato le pupille. Per dilatare le pupille, il medico per prima cosa si assicura di annotare la dimensione pupillare e le risposte alla luce, instilla le gocce, solitamente 1 goccia di un agonista α-adrenergico a breve durata d'azione (p. es., fenilefrina 2,5%) e di un cicloplegico (p. es., tropicamide 1% o ciclopentolato 1%). Le pupille sono completamente dilatate circa 20 minuti dopo l'instillazione di queste gocce. L'oftalmoscopia è eseguita non da un oftalmologo utilizzando un oftalmoscopio diretto. Un oftalmologo effettua un'oftalmoscopia indiretta, che fornisce una visione più completa della retina, particolarmente la periferia.

Segni d'allarme

I seguenti reperti destano una particolare preoccupazione:

  • Improvviso aumento dei corpi mobili

  • Fotopsie

  • Perdita della visione, diffusa o focale (difetti del campo visivo)

  • Recente intervento o trauma oculare

  • Dolore oculare

  • Perdita del riflesso rosso

  • Reperti retinici anormali

Interpretazione dei reperti

Un distacco di retina è suggerito da improvviso aumento di corpi mobili, fotopsie o da una qualsiasi delle sue altre caratteristiche più specifiche (p. es., difetti del campo visivo, anomalie retiniche). Sintomi bilaterali sincroni suggeriscono emicrania oculare, sebbene i pazienti spesso abbiano difficoltà a decifrare la lateralità dei loro sintomi (p. es., spesso interpretano uno scotoma scintillante del campo sinistro di entrambi gli occhi, come interessante solo l'occhio sinistro). La perdita del riflesso rosso suggerisce un'opacizzazione del vitreo (p. es., emorragia del vitreo o infiammazione), ma può anche essere causata da cataratta avanzata. Una perdita di visione suggerisce una grave malattia che causa disfunzioni di vitreo o retina.

Esami

I pazienti che richiedono una valutazione da parte dell'oftalmologo possono necessitare di esami. Tuttavia, gli esami possono essere selezionati dall'oftalmologo o in collaborazione con lui. Per esempio, i pazienti in cui si sospetta una corioretinite possono richiedere esami microbiologici.

Trattamento

Corpi mobili idiopatici del vitreo non richiedono trattamento. Altre patologie che causano sintomi sono trattate.

Punti chiave

  • I corpi mobili di per sé di rado sono indice di un grave disturbo.

  • I pazienti con un qualsiasi reperto anormale all'esame obiettivo richiedono una consulenza oftalmologica.

  • Se i corpi mobili sono accompagnati da altri sintomi (p. es., persistenti luci lampeggianti, deficit visivo, sensazione di una banda di perdita visiva in movimento), o insorgono improvvisamente, i pazienti richiedono una visita oftalmologica, a prescindere dai risultati d'esame.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Glaucoma
Video
Glaucoma
All'interno dell'occhio ci sono due camere piene di liquido. Il fluido intraoculare, o liquido...
Come eseguire la cantotomia laterale
Video
Come eseguire la cantotomia laterale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE