Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Sindrome di Mallory-Weiss

Di

Kristle Lee Lynch

, MD, Perelman School of Medicine at The University of Pennsylvania

Ultima modifica dei contenuti set 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La sindrome di Mallory-Weiss consiste in una lacerazione non penetrante della mucosa dell'esofago distale e dello stomaco prossimale causata da vomito, conati o singhiozzo.

Inizialmente descritta in pazienti con disturbo da consumo di alcol, la sindrome di Mallory-Weiss si può verificare in qualunque paziente che abbia un vomito violento. È la causa di circa il 5% degli episodi di emorragia del tratto gastrointestinale superiore. Lo strappo può anche essere accompagnato da dolore alla parte inferiore del petto.

La diagnosi di sindrome di Mallory-Weiss è suggerita clinicamente da una storia tipica di ematemesi che si verifica dopo uno o più episodi di vomito non ematico. In questi casi, se la quantità di sanguinamento è minima e il paziente è stabile, il test può essere differito. In caso contrario, se la storia non è chiara o il sanguinamento è in corso, il paziente deve avere una valutazione per sanguinamento gastrointestinale Valutazione Le emorragie gastrointestinali possono originarsi in qualsiasi punto dalla bocca all'ano e possono essere conclamate o occulte. Le manifestazioni dipendono dalla sede e dall'entità del sanguinamento... maggiori informazioni , in genere tramite endoscopia del tratto superiore e test di laboratorio. L'endoscopia del tratto superiore può anche essere terapeutica perché una clip può essere posizionata sopra lo strappo per controllare l'emorragia.

La maggior parte degli episodi emorragici cessa spontaneamente; un grave sanguinamento si verifica in circa il 10% dei pazienti e richiede un approccio interventistico, come una trasfusione o un'emostasi endoscopica (mediante posizionamento di una clip, iniezione di etanolo, o adrenalina o mediante elettrocauterizzazione). Per controllare il sanguinamento possono essere utilizzate anche l'infusione intrarteriosa di vasopressina o l'embolizzazione terapeutica dell'arteria gastrica sinistra in corso di angiografia. La resezione chirurgica è raramente necessaria.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE