honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

I fatti in Breve

Russamento

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa mag 2020| Ultima modifica dei contenuti mag 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Che cos’è il russamento?

Russare significa respirare con un suono graffiante e sbuffante durante il sonno.

  • Il russamento è comune, soprattutto nei soggetti anziani

  • Il russamento può essere forte e tenere svegli altri che dormono vicini

  • Un soggetto può non essere consapevole di russare

  • Il russamento può causare un sonno di cattiva qualità e molta sonnolenza durante il giorno (eccessiva sonnolenza diurna)

  • Perdere peso ed evitare di assumere alcolici prima di coricarsi possono aiutare a prevenire il russamento

  • Il russamento può essere trattato con vari dispositivi che possono essere indossati oppure, di rado, con un intervento chirurgico per tenere aperte le vie nasali

Quando è opportuno consultare un medico per il russamento?

Rivolgersi a un medico se si russa e si presenta uno dei seguenti segnali d’allarme:

  • Periodi di mancanza di respiro o di soffocamento durante il sonno (in genere è un familiare o una persona che dorme assieme al soggetto a notarli)

  • Cefalea al risveglio al mattino

  • Sonnolenza estrema durante il giorno

  • Obesità

  • Russamento costante e molto forte

  • Talvolta, ipertensione arteriosa

Se non sono presenti segnali d’allarme, probabilmente non è necessario rivolgersi a un medico, tranne nel caso in cui il russamento disturbi altri.

Cosa causa il russamento?

Il russamento avviene quando i tessuti molli all’interno del naso e della gola vibrano durante la respirazione. Il rilassamento dei muscoli durante il sonno probabilmente consente ai tessuti di vibrare.

A volte, il russamento è causato da problemi di respirazione come l’apnea ostruttiva del sonno. L’apnea è una pausa della respirazione durante il sonno dovuta alla chiusura della gola o delle vie aeree.

Il russamento è più probabile nei soggetti:

  • Di età superiore ai 50 anni

  • Di sesso maschile

  • Obesi (soprattutto se il grasso è localizzato attorno al collo o all’addome)

  • Che consumano alcolici o prendono sedativi

  • Che hanno il naso chiuso da molto tempo

Il russamento tende a essere ereditario.

Cosa accade durante la visita medica?

Il medico dapprima pone domande sui sintomi, quindi esegue un esame obiettivo. Se ritiene che il soggetto possa soffrire di apnea del sonno, il medico può:

  • Un esame del sonno

Nell’esame del sonno, il medico monitora la respirazione e altri fattori correlati al sonno. L’esame viene eseguito mentre il soggetto dorme. Può essere eseguito in un laboratorio del sonno, dove il soggetto trascorre una notte, oppure a domicilio.

Come viene trattato il russamento?

Se il russamento è causato da un problema come l’apnea del sonno, il medico tratta tale problema.

Se si soffre di apnea del sonno, il medico può:

  • Prescrivere al soggetto uno speciale paradenti per mantenere aperte le vie aeree

  • Utilizzare un dispositivo per la CPAP (pressione positiva continua delle vie aeree) per mantenere aperte le vie aeree del soggetto durante il sonno (il soggetto respira attraverso un respiratore)

  • Eseguire un intervento chirurgico per riplasmare le vie aeree o asportare i tessuti (come delle tonsille grandi) che ostacolano la respirazione

Se non c’è un problema di base che causa il russamento, può essere utile:

  • Evitare alcolici o farmaci che causano sonnolenza per varie ore prima di coricarsi

  • Dormire su un fianco o con la parte superiore del corpo rialzata (alzando la testiera del letto o utilizzando un cuscino a forma di cuneo)

  • Perdere peso

  • Prendere dei decongestionanti o porre dei cerotti elastici sul naso per tenere aperte le vie nasali

I familiari, compagni di letto o compagni di stanza infastiditi dal russamento possono:

  • Utilizzare tappi per le orecchie

  • Utilizzare un dispositivo per rumore bianco

  • Dormire in un’altra stanza

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE