Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Tumori articolari

Di

Michael J. Joyce

, MD, Cleveland Clinic Lerner School of Medicine at Case Western Reserve University;


Hakan Ilaslan

, MD, Cleveland Clinic Lerner College of Medicine at Case Western Reserve University

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I tumori colpiscono raramente le articolazioni, a meno che vicino ad esse non vi sia un tumore osseo o un tumore dei tessuti molli. Tuttavia, si manifestano due condizioni nel rivestimento (sinovia) dell’articolazione: condromatosi sinoviale e sinovite villonodulare pigmentosa. Questi tumori sono non cancerosi (benigni), ma possono danneggiare gravemente l’articolazione. Entrambe le condizioni colpiscono solitamente un’articolazione, il più delle volte il ginocchio o l’anca, e possono causare dolore e accumulo di liquido.

In entrambi i casi la diagnosi viene formulata mediante una radiografia, una tomografia computerizzata (TC), una risonanza magnetica per immagini (RMI) o una loro combinazione. Per confermare la diagnosi, generalmente il medico preleva un campione di tessuto per esaminarlo al microscopio (biopsia).

Il trattamento consiste nell’ablazione chirurgica della sinovia anomala (cosiddetta sinoviectomia).

(Vedere anche Panoramica sui tumori ossei.)

Tumore tenosinoviale a cellule giganti (sinovite villonodulare pigmentosa)

Il tumore tenosinoviale a cellule giganti (noto anche come sinovite villonodulare pigmentosa [SVNP]) causa il gonfiore e la crescita del rivestimento dell’articolazione. Questa crescita danneggia la cartilagine e l’osso intorno all’articolazione. La mucosa produce anche liquido in eccesso, che può provocare dolore e gonfiore. Il processo causa spesso la comparsa di liquido contenente sangue nell’articolazione. Solitamente colpisce un’articolazione. Generalmente si ricorre al trattamento chirurgico, ma le recidive non sono infrequenti. Pexidartinib, un farmaco assunto per via orale, contribuisce a ridurre la crescita del tumore. Pexidartinib è disponibile negli Stati Uniti solo tramite il Risk Evaluation and Mitigation Strategy Program (Programma di valutazione del rischio e strategia di mitigazione) del produttore. In alcuni soggetti, il farmaco può causare danni epatici gravi e potenzialmente letali.

Se, dopo il trattamento, la condizione si ripresenta, può essere necessaria una sostituzione totale dell’articolazione. In rare occasioni, dopo diverse sinoviectomie, si può procedere alla radioterapia.

Condromatosi sinoviale

La condromatosi sinoviale (precedentemente chiamata osteocondromatosi sinoviale) è una condizione nella quale le cellule del rivestimento dell’articolazione si trasformano in cellule che producono cartilagine. Queste cellule convertite possono formare addensamenti di cartilagine che, in seguito, si riversano nello spazio intorno all’articolazione, formando dei corpi liberi non più grandi di un chicco di riso che causano dolore e gonfiore. Questa condizione diventa raramente cancerogena (maligna).

Se i sintomi sono gravi, i corpi liberi vengono rimossi assieme alla sinovia anomala. Di solito, la condizione si ripresenta dopo il trattamento.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Fasciosi plantare (Fascite plantare)
Quale delle opzioni di seguito conferma che si è affetti da fasciosi plantare?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE