Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Ansia da separazione e ansia da estranei

Di

Deborah M. Consolini

, MD, Sidney Kimmel Medical College of Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti lug 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Ansia da separazione

L'ansia da separazione crea agitazione e il bambino piange quando un genitore lascia la stanza. Alcuni bambini gridano e fanno capricci, si rifiutano di lasciare i loro genitori e/o hanno risvegli notturni.

L'ansia da separazione è uno stato normale dello sviluppo e di solito comincia a circa 8 mesi, ha un picco d'intensità tra i 10 e i 18 mesi e generalmente si risolve entro i 24 mesi. Deve essere distinta dal disturbo d'ansia da separazione, che si verifica più tardi, a un'età in cui tale reazione è inappropriata per lo sviluppo; il rifiuto di andare a scuola (o prescolare) è un sintomo frequente dell'ansia da separazione.

L'ansia da separazione si verifica quando i neonati cominciano a capire che sono una persona separata dal loro genitore, ma ancora non hanno imparato il concetto di permanenza dell'oggetto, l'idea che qualcosa esiste ancora quando non è visto o sentito. Così, quando i neonati sono separati dai loro genitori, non capiscono che il genitore tornerà. Poiché i neonati non hanno concezione del tempo, hanno paura che il distacco dai genitori sia permanente. L'ansia da separazione si risolve quando i bambini iniziano a sviluppare un senso di memoria. Possono mantenere l'immagine dei loro genitori a mente quando i genitori non ci sono più e possono ricordare che, in passato, i genitori sono tornati.

Ai genitori si deve consigliare di non limitare o di rinunciare alla separazione in risposta all'ansia da separazione; questa risposta può compromettere la maturazione e lo sviluppo del bambino. Quando i genitori lasciano la casa (o lasciano il bambino in un centro di assistenza all'infanzia) possono provare le seguenti strategie:

  • Incoraggiare la persona che si occupa del bambino a creare le distrazioni

  • Allontanarsi senza rispondere a lungo al pianto del bambino

  • Rimanere calmi e rassicuranti

  • Stabilire procedure di separazione per alleviare l'ansia del bambino

  • Nutrire il bambino e che i genitori lascino il bambino fare un pisolino prima che i genitori di allontanino (perché l'ansia di separazione può essere peggiore quando un bambino è affamato o stanco)

Se i genitori devono andare momentaneamente in un'altra stanza della casa, devono chiamare il bambino mentre sono nell'altra stanza per rassicurarlo. Questa strategia gradualmente insegna al bambino che i genitori sono ancora presenti anche se non li può vedere.

L'ansia da separazione non provoca danni a lungo termine ai bambini se si risolve entro i 2 anni di età. Se persiste oltre i 2 anni di età può, o meno, rappresentare un problema, secondo il grado con cui interferisce con lo sviluppo del bambino.

Per i bambini, avere un certo timore quando vanno per la scuola materna o l'asilo è normale. Questa sensazione deve diminuire con il tempo. Raramente, l'eccessiva paura delle separazioni impedisce ai bambini di andare al nido o alla scuola materna o li trattiene dal giocare normalmente con i coetanei. Questa ansia è probabilmente anomala (disturbo d'ansia di separazione). In tali casi, i bambini non necessitano di una visita medica.

Ansia da estranei

L'ansia per gli estranei si manifesta con un pianto prolungato quando si avvicina una persona non familiare. È normale quando inizia a circa 8-9 mesi e di solito si riduce entro i 2 anni. L'ansia per gli estranei è legata allo sviluppo evolutivo del bambino nel distinguere il familiare dal non familiare. Sia la durata che l'intensità dell'ansia variano notevolmente tra i bambini.

Alcuni neonati e bambini piccoli mostrano una forte preferenza per un genitore piuttosto che per l'altro a una data età, e i nonni possono essere visti all'improvviso come degli estranei. Anticipare questi eventi durante le visite al bambino sano aiuta a prevenire l'erronea interpretazione del comportamento. Confortare il bambino ed evitare eccessive reazioni a questo comportamento di solito è la sola terapia necessaria.

Il senso comune deve indirizzare il comportamento. Se si assume una nuova baby-sitter, ha senso che questa persona passi del tempo con la famiglia prima del giorno stabilito. Quando l'evento si verifica, è prudente che i genitori passino un po' di tempo con il bambino e la baby-sitter prima che vadano. Se i nonni vengono a tenere il bambino per pochi giorni mentre i genitori vanno via, devono arrivare uno o due giorni prima. Tecniche simili possono essere usate in previsione del ricovero.

Un'ansia per gli estranei di intensità marcata o di durata prolungata può essere un segno di un'ansia più generalizzata e deve indurre a una rapida valutazione della situazione familiare, delle tecniche di cura dei genitori, e dello stato emotivo complessivo del bambino.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE